Le Iene: Enrico Lucci, l’Hollywood di Milano e i non-vip (VIDEO)

Enrico Lucci all'Hollywood
Ecrit par

La iena Fedez conquista e travolge il pubblico in sala, il pubblico di Twitter, il pubblico dei telespettatori.

Enrico Lucci si occupa del “tempio dei vip” milanese che spegne le candeline: Buon compleanno Hollywood. Appostato fuori dalla discoteca più glam di Milano (prima dello scandalo cocaina, almeno), Enrico Lucci accoglie un sottobosco variegato di non vip: “Ti ricordi? Sono amico di Gabriele Petronio del Grande Fratello” racconta un anonimo Federico. “Ci siamo visti in Grecia! ” grida un’altra Martina a Lucci. Tra tutti appare Alessandro Cecchi Paone: “Se la ricordano tutti la tua figuraccia a La Scala”. L’Hollywood è un mondo dorato, il regno dei (non ) vip. Montaggio a battito d’ali di farfalla, ironia lucciana (“siamo noi che ce l’abbiamo fatta”). “Sono co-protagonista dell’ultimo film di Romina Power, di Antonello Belluco” dice un altro.

“Sono un’attrice, sono la figlia di Enrico Beruschi” l’altra. E, naso enorme, occhiali: “Sto facendo un film, The wrong way”. E un’ex GF: “Avevo la protesi al braccio”. E un muscoloso “amico di Rocco Siffredi”. E l’ex di Lory Del Santo. E Mariana Rodriguez (“non voglio essere paragonata a Belen”). Un excursus mostruoso e grottesco, quello di Lucci, nella Milano da bere dove tutti se la bevono. Ma perché tutti a Milano si sentono noti? Perché tutti si sentono in copertina mentre camminano per corso Como? Il puzzle dissacrante di Enrico Lucci è un piccolo gioiellino sugli wannabe. Tra tutti spunta Andrea Pinketts. Ma lui c’è sempre stato.

Crediti: Dagospia