Lady Gaga: Pianto a Parigi (video)

La popstar Lady Gaga
Ecrit par

Rock, pop, gospel e pianti: sì, il World ArtRave Tour è finito con il concerto di Parigi e Lady Gaga non è riuscita a trattenere le lacrime, mentre i little monsters la guardavano da tutto il mondo.

Dopo 79 date e sei mesi di concerti in giro per il mondo, lunedì 24 novembre Lady Gaga ha messo il punto al suo spettacolare ArtRave Tour con qualche lacrimuccia. La tappa finale dei suoi concerti, che sono passati anche per il Forum di Assago (guarda video e foto), è stata Parigi, all’Arena di Bercy, ma la fortuna di seguire lo show non era riservata ai soli presenti: gli schermi di Yahoo Screen hanno permesso ai tanti little monsters sparsi per il globo di essere lì virtualmente, prima e dopo il concerto. Proprio all’uscita dal palco, le telecamere hanno ripreso Lady Gaga tra i festeggiamenti e, al momento di stappare dello champagne, bevuto poi direttamente dalla bottiglia, la popstar non è riuscita a trattenere la commozione, come si può vedere su Yahoo! Music. Ma l’emozione di Lady Gaga era tangibile già da prima di esibirsi, mentre parlava ai membri del suo team, come gli schermi dell’Arena hanno mostrato ai fan. Poi, sul palco, la reginetta del pop ha ringraziato il pubblico in maniera teatrale, come le si addice, sapendo che a vederla non c’era solo Parigi. Ha baciato il pavimento e ha detto: “Spero che porterete con voi questi momenti delle nostre vite insieme, in cui abbiamo parlato di amore e arte tutta la notte”. Ha anche promesso, a chi vorrà continuare a seguirla, perché non dà i “fan per scontato”, che continuerà con altri tour.

Il concerto conclusivo dell’ArtRave nella capitale francese è stato due ore di pura stravaganza ed ecletticità, dalle esibizioni movimentate, in un mix di rock e gospel, ad arrangiamenti acustici e canzoni al piano di cristallo, come “You and I”. La Lady del pop aveva indosso solo un costume intero a pois, con i collant e le scarpe col tacco, mentre la parrucca bionda era raccolta in un vaporoso caschetto. Lady Gaga poi, si sa, è un’icona del mondo gay. Un fan è salito sul palco e ha letto una lettera in cui ringrazia la cantante, perché lo ha aiutato ad accettare la sua differenza grazie a hit come “Born this way”. Non sono mancate canzoni dall’ultimo album con Tony Bennett (Lady Gaga sarà con lui in Italia nel 2015?) come “Cheek to Cheek” che Miss Germanotta ha interpretato imitando la versione originale di Cher con una voluminosa parrucca nera. Un altro grande momento di giubilo per i little monsters è stato durante “Bad Romance” in cui Lady Gaga e il corpo di ballo si sono esibiti in una coregrafia alla “Thriller” di Michael Jackson. L’ArtRave tour ha contato tantissimi di questi spettacoli: chissà quanti fan ieri sera,come Lady Gaga, hanno pianto per la sua fine!

Crediti: David Wolff - Patrick, Getty Images