Lady Gaga: Come reinventarsi dopo un flop

Lady Gaga, nuova vita dopo il flop
Ecrit par

La svolta professionale di Lady Gaga non è passata inosservata: prima l’album jazz con Tony Bennett, poi la straordinaria esibizione durante la notte degli Oscar. Il suo entourage spiega a Billboard cosa si cela dietro questa trasformazione.

La svolta professionale di Lady Gaga non è passata inosservata e ha raggiunto il preciso obiettivo di far notare al pubblico, alla critica e all’intero mondo dello showbiz il cambiamento di Miss Germanotta. A novembre 2013 uscì il suo terzo lavoro in studio “Artpop” e proprio in quel momento possiamo collocare lo spartiacque nella carriera della popstar statunitense. L’album fu definito da molti un vero e proprio flop, sia dal punto di vista artistico che in misura maggiore commerciale (744000 copie vendute contro i 2,3 milioni di “Born This Way” e i 4,6 milioni di “The Fame”): ritardi e controversie nello staff di Lady Gaga non fecero altro che peggiorare la già precaria situazione. In un’intervista successiva Miss Germanotta ha dichiarato di essersi accorta per la prima volta di essere circondata da persone di cui non poteva fidarsi e questo la portò a rinnovare in parte il suo staff: "Quelle persone si approfittano degli artisti. Non ce la facevo più, sei mesi fa non volevo più cantare”. Come dichiarato più volte da Lady Gaga, è stato Tony Bennett a risvegliarla dal brutto incubo in cui era precipitata: "Ok, l'album non ha venduto come The Fame Monster, ma so che è un buon album. Tony mi ha insegnato che il mio intuito è giusto: è questa la cosa più importante, non avere una hit ai primi posti! ”.

Così nel 2014 è uscito “Cheek to Cheek”, album di riletture dei grandi classici del jazz americano, realizzato con il crooner classe 1926 con cui Lady Gaga ha intrapreso il tour che la porterà in Italia a luglio, nell’ambito dell’Umbria Jazz Festival. La nuova coppia del jazz, che ha già messo in cantiere un nuovo album dedicato a Cole Porter, si è esibita durante i Grammy Awards 2015, dove ha trionfato nella categoria “Best Traditional Pop Album”. L’apice della rinascita di Miss Germanotta è però stata l’esibizione durante la notte degli Oscar: in quell’occasione Lady Gaga ha portato in scena un tributo al musical “Tutti insieme appassionatamente”, ricevendo i complimenti di Julie Andrews e altre star dello showbiz. “E’ divertente vedere come un sacco di siti web e blog dichiarino ‘perché sono tutti così stupiti del suo talento? " ha dichiarato il manager di Lady Gaga Bobby Campbell “Il mondo sta celebrando il suo talento in maniera molto mainstream”.

Secondo Andrew Hampp di Billboard, l’entourage di Lady Gaga sta cercando di "reinventare" il suo personaggio in chiave diva-classica, come Barbra Streisand: Campbell e altre fonti hanno dichiarato che gli attuali progetti di Lady Gaga erano già stati avviati nel 2014. “Era importante che il messaggio fosse lo yin e lo yang di Lady Gaga” ha affermato Steva Berman, vice presidente della Interscope, l’etichetta di Miss Germanotta. La popstar statunitense è attualmente al lavoro anche sul suo prossimo album pop, che però potrebbe uscire non prima del 2016: il ritorno del produttore e autore RedOne, artefice di hit come “Poker Face” e “Bad Romance” potrebbe significare un ritorno alle origini. “Oggi ha una vita più tranquilla e pulita, e anche io sono più tranquillo. La vedo felice, sorride come un tempo. E’ in pace con se stessa” ha dichiarato Campbell.

Crediti: archivio web, YouTube, JustiJared.com