Juventus ad Allegri: Come sarà la squadra del dopo Conte?

Massimiliano Allegri, nuovo allenatore della Juventus
Ecrit par

Si attende a breve l'ufficialità di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus, tra le critiche pesanti dei tifosi bianconeri. A partire dal caso Pirlo e i possibili addii, scopriamo come sarà la Juve del dopo Conte.

Si attende la comunicazione ufficiale ma Massimiliano Allegri sarà il nuovo allenatore della Juventus, come dato ormai per certo dai principali quotidiani sportivi. I malumori del tifo bianconero sono assordanti, le ruggini del gol fantasma del milanista Muntari ai tempi dello scudetto 2012-2013 sono ancora vive, ma sia il direttore sportivo della Juventus Marotta che il tecnico livornese non sembrano propensi a fare passi indietro. Come sarà dunque la Juventus dopo l'addio di Antonio Conte? Decisamente rivoluzionata. Si conosce molto bene la “fantasia” di Allegri nel cambiare moduli al Milan, dal "rombo di centrocampo" al 4-4-2 fino al 4-3-3, e ci si aspetta che la duttilità della rosa della Juve gli possa permettere le stesse scelte (a volte scellerate). C'è da vedere però quali mosse di calciomercato la Juventus intenderà intraprendere a questo punto della pre-season, e di quanti e quali gioielli vorrà privarsi il club bianconero.

Altri articoli su CalciomercatoAntonio Conte-Juventus, il video dell'addioJuventus, nuovo allenatore: I tifosi non vogliono AllegriMassimiliano Allegri è il nuovo allenatore della Juventus

Juventus ad Allegri: Come sarà la squadra del dopo Conte?

L'interrogativo parte dal centrocampo: da quanto si è visto durante le (dis)avventure milaniste, si sa che Allegri nel mezzo preferisce muscoli e fiato a scapito dell'ordine e dell'efficacia del fraseggio in mediana, tanto in voga in squadre come la Roma, la Fiorentina e proprio la Juventus di Conte. Molto diverso dal personaggio timido e riservato che appare nella sfera pubblica, il livornese è un uomo deciso e vuole puntare su un ricambio generazionale: come già si sa, questa strategia al Milan portò all'addio di Andrea Pirlo (che Allegri si ritroverà davanti quest'anno a Vinovo) e alla svendita eccellente di molti altri grandi campioni rossoneri, i veterani Gattuso, Ambrosini e Seedorf su tutti.

Patrice Evra, vicino alla Juve?
Patrice Evra, vicino alla Juve?

C'è da dire che Allegri troverà una rosa ben diversa da quella mediocre del Milan 2012/2013, almeno per ora: è d'obbligo iniziare a ragionare sui possibili movimenti di alcuni singoli, a cominciare proprio dalla posizione di Andrea Pirlo. Quello tra il centrocampista della Nazionale e l'allenatore toscano è un rapporto gelido ed è lecito attendersi colpi di scena, nonostante il recente rinnovo del contratto di Pirlo alla Juventus fino al 2016. Dopo la partenza di Conte, anche la trattativa con Patrice Evra sembra rallentare: il 33enne francese sembra prendere tempo prima di approdarendefinitivamente in bianconero (dopo il repentino cambio di allenatore), e anche l'obbiettivo Iturbe sembra sfumare visti i recenti contatti tra il sudamericano e la Roma. Tirando le somme, c'è da dire che in questo momento di "Allegri" sembrano esserci solo milanisti, interisti, napoletani e romanisti.

Juventus ad Allegri: Come sarà la squadra del dopo Conte?
Crediti: Youtube, Icon, Visual Press Agency, web , blognelpallone.com