Kristen Stewart e Julianne Moore: Still Alice, arriva il trailer

Julianne Moore e Kristen Stewart
Ecrit par

E’ arrivato il trailer di Still Alice, il nuovo film di Kristen Stewart che la vede al fianco di un’intensa Julianne Moore.

Sembrano lontani i tempi di Twilight: Kristen Stewart è un’attrice ormai cresciuta, e le sue ultime scelte cinematografiche lo dimostrano. Dopo la prova convincete di Sils Maria, accanto a Juliette Binoche, arriva finalmente anche il trailer di Still Alice. La pellicola in questione, diretta da Richard Glatzer, narra le vicende di un’insegnate alle prese con i primi sintomi dell’alzheimer, e il cambiamento progressivo delle sue relazioni con gli altri membri della famiglia. Kristen Stewart interpreta la figlia ribelle di Julianne Moore, e pare la sua sia una performance di grande intensità ed impatto emotivo. Il resto del cast vede Alec Baldwin nei panni del marito della protagonista e Kate Bosworth (vecchia fiamma di Ian Somerhalder), nei panni dell’altra figlia. La pellicola arriverà nelle sale italiane il 15 gennaio dopo essere già transitata per il Festival del Cinema di Roma, evento a cui comunque non ha partecipato Kristen Stewart. La prova convincente della Moore potrebbe finalmente consegnare all’attrice l’ambito premio Oscar dopo le quattro nomination che l’hanno lasciata a mani vuote.

Kristen Stewart e Julianne Moore: Still Alice, arriva il trailer

The Hours, Lontano dal Paradiso, Boogie Nights e Fine di una storia avevano dato bella mostra del talento di Julianne Moore, ma Still Alice potrebbe finalmente vederlo premiato con il massimo riconoscimento. Pare onestamente difficile che Kristen Stewart possa agguantare una nomination, vista l’agguerrita concorrenza di Emma Stone per Birdman e soprattutto Jessica Chastain per “A most violent Year”, ma almeno l’attrice sta vedendo riconosciuto dai critici, sempre molto scettici sulle sue potenzialità, il proprio talento. Esattamente come il suo ex fidanzato Robert Pattinson, anche Kristen sta definendo un percorso ben preciso per la sua carriera professionale, fatto soprattutto di indie e piccole produzioni più che di blockbuster.

Crediti: youtube, web