Kate Middleton: Secondo Royal Baby, la promessa alla regina morente

Kate Middleton
Ecrit par

Sul settimanale inglese "Globe" è uscita la notizia secondo la quale Kate Middleton avrebbe promesso un secondogenito alla Regina Elisabetta, definita "morente" dallo stesso tabloid. Sensazionalismo o verità? Scopritelo su melty.it.

Non è la prima volta che i tabloid anglosassoni insinuano –con una delicatezza pari a quella della Wrecking Ball di Miley Cyrus – che la Regina Elisabetta sia ormai agli ultimi anni di vita, definendo le sue condizioni di salute gravi e precarie. In realtà, dando un'occhiata alle foto del battesimo del Royal Baby, nonna Elisabetta sembra stare abbastanza bene, compatibilmente agli 86 anni che porta sulle spalle. Ma gli inglesi non mollano, ed ecco che infatti salta fuori una notizia potenzialmente davvero succulenta: date le circostanze, Kate Middleton avrebbe promesso un secondogenito alla Regina, dai rotocalchi definita addirittura "dying", morente. Sulla copertina del prossimo numero del "Globe" campeggia a chiare lettere il titolo "Kate dice alla Regina morente: 'Avrò un altro bambino! "

Stando al delicatissimo Globe, Kate Middleton e William starebbero già cercando di mettere in cantiere un Royal Baby bis: questo perché Kate l'avrebbe appunto promesso alla Regina, la quale, grazie alla nascita del piccolo George, si sarebbe ripresa da momenti davvero difficoltosi. Ma Elisabetta ha per l'appunto 86 anni suonati, e quindi la Duchessa di Cambridge non può certo permettersi di dilungarsi coi tempi, giacché suo grande desiderio sarebbe che la Regina potesse stringere tra le braccia anche l'eventuale secondogenito. Noi non saremo certo sudditi della famiglia reale, ma una precisazione vorremmo farla: a parer nostro, con tutte queste iettature, la Regina Elisabetta si è creata anticorpi non da poco. E speriamo, con i dovuti scongiuri, che lei e i suoi strambi cappellini possano figurare nelle foto di tutti i Royal Babies a venire, in barba ai tabloid inglesi. Insomma, God Save The Queen!

Crediti: E4u, Archivio web, Archivi web