Juventus-Real Madrid 2-1: Highlights e sintesi Champions League

Alvaro Morata festeggia la vittoria
Ecrit par

Gli highlights di Juventus-Real Madrid 2-1, semifinale di Champions League. Bianconeri in vantaggio con Morata e raggiunit da Ronaldo. Gol decisivo di Carlos Tevez su rigore.

Battere il Real Madrid non è più un sogno ma è realtà. La Juventus è riuscita nell'impresa di battere i Blancos 2-1 nell'andata della semifinale di Champions League. Decisivo il gol su rigore di Carlos Tevez nella ripresa. Nel primo tempo al gol del vantaggio di Alvaro Morata ha risposto Cristiano Ronaldo con il suo nono gol in 11 partite in Europa. La Juve dimostra di avere lo Stadium come fortino anche in Europa: con il Real sono 13 le partite senza perdere, 8 vittorie e 5 pareggi. Il Real e Casillas invece non prendeva gol da 452 minuti. Mercoledì prossimo i bianconeri si giocano l'accesso alla fine del 6 giugno in programma a Berlino. Ma andiamo alla cronaca di Juve-Real Madrid. Allegri sorprende tutti schierando un centrocampo a quattro con Stefano Sturaro titolare. L'escluso è Pereyra, mentre la difesa a quattro esclude Barzagli. Ancelotti invece ripropone Sergio Ramos a centrocampo e schiera Varane in difesa. A centrocampo Bale gioca largo sulla fascia destra, mentre James gioca al fianco di Ronaldo. Dopo un solo minuto di gioco Casillas sbaglia il rilancio, Tevez rimette in mezzo per Vidal che tutto solo invece di calciare si fa rimontare facendo sfumare una grande occasione. La risposta del Real è su una punizione di Ronaldo respinta dalla barriera. La Juve al 7' ci prova con Morata, il cui pallonetto non sorprende Casillas. E' un piccolo segnala d'allarme, il preludio al gol. Un minuto dopo infatti Marchisio pesca Tevez tutto solo in area: tiro dell'Apache sotto le gambe e tap-in vincente di Morata sulla parata dell'estremo difensore madridista.

Il gol dell'attaccante interrompe l'imbattibilità di Casillas, che durava da 452 minuti. La reazione del Real è nei tiri tra il 12' e il 15' di Kroos e Isco, su cui Buffon è attento. Il Real fatica a sfondare il muro eretto dalla Juve. La prima azione pericolosa dei Blancos è al 22'. Ronaldo fugge sul filo del fuorigioco ma il suo diagonale è sbilenco e finisce a lato. Al 25' Lichtsteiner va via sulla destra a Marcelo ma invece di appoggiare in mezzo prova la conclusione senza troppa fortuna. Al 27' il Real Madrid pareggia i conti. James Rodriguez viene servito in area ma invece di tirare scodella un cross di prima da manuale su cui Ronaldo non può far altro che spingere la palla in rete. Per CR7 è il nono gol in 11 partite di Champions. Al 34' ci prova Marchisio dalla distanza ma la palla finisce un paio di metri a lato. Al 40' un'azione da manuale delle Merengues permette a James Rodriguez di colpire a un metro dalla linea ma la traversa gli nega il gol del 2-1. Il primo tempo finisce sul risultato di parità.

Nella ripresa i due tecnici scelgono di confermare entrambe le formazioni. Dopo alcuni minuti di assenze di occasioni al 57' la Juve torna in vantaggio. Marcelo prova il tiro e sulla respinta innesca parte il contropiede; Tevez protegge palla in area e Carvajal lo stende. Per Atkinson è calcio di rigore, che lo stesso Tevez trasforma. Per l'attaccante argentino è il settimo centro in 11 gare di Champions. Allegri decide di togliere Sturaro con Barzagli, per portarsi al 3-5-2. Ancelotti risponde con il Chiacharito, togliendo uno spento Isco. Al 19' una grande azione permette al Chicharito di fare un tacco per Ronaldo, che non arriva per un soffio a tap-in vincente. Il Real continua la pressione. A cinque minuti dalla fine su un lancio innocuo Varane manca l'aggancio, Llorente scarta Casillas in uscita ma non trova il rimorchio di qualche compagno. Nel recupero il Navarro va vicino al 3-1 ma il suo colpo di testa è troppo debole per impensierire Casillas, che in due tempi si salva. Dopo alcuni minuti di sofferenza lo Stadium esplode in un urlo di gioia che aspettava da 12 lunghi anni.

Crediti: web , ansa