Juventus-Napoli: Diretta streaming e formazioni Serie A 2015-2016

Mario Lemina e Marek Hamsik
Ecrit par

La diretta streaming di Juventus-Napoli big match della 25a giornata di Serie A 2015-2016. Allegri con il dubbio in difesa, Sarri schieral'11 titolare.

Juventus-Napoli è molto di più di una sfida che può decidere lo scudetto. Nell'immaginario di entrambe le tifoserie Juve-Napoli rimanda agli anni 80', in cui il Napoli conquistava scudetti e coppe e si giocava ogni anno lo scudetto insieme alle potenze del Nord. Le sfide tra Maradona e Platini, la storica punizione di Maradona contro la Juve sotto l'incrocio a sfidare le leggi della fisica, Careca e Alemão, la sfida a distanza tra il presidente Agnelli e Ferlaino e tante altre sfide nella sfida. Ben 26 anni dopo e con la bellezza di 8 campionati in serie minori (due anni di serie C), il Napoli è pronto a giocarsi lo scudetto con i bianconeri. Lo fa avendo due risultati utili, il pareggio e la vittoria. Il pari lascerebbe immutata la situazione con due punti di vantaggio per gli azzurri di Sarri a 13 giornate dalla fine. La vittoria spalancherebbe le porte del paradiso e darebbe almeno il vantaggio sugli scontri diretti per una volata finale. L'unico risultato da non conseguire per gli azzurri è la sconfitta. Uno scenario che vedrebbe i bianconeri in testa e il Napoli a inseguire con una botta psicologica niente male per una squadra non abituata a lottare per lo scudetto.

>>> Leggi su melty <<< Serie A, Carpi-Roma 1-3: Highlights, gol e sintesi

>>> Leggi su melty <<< Juventus-Napoli: Statistiche, curiosità e dati 25^ serie A 2015-2016

Che ci sia molto quilibrio al momento è vero, ma dalla prossima settimana ritornano le coppe europee, una variabile che segna le stagioni di ogni grande campionato europeo. Il Napoli ha l'obbligo di accumulare quanti più punti possibile perché sul finale di stagione i giocatori potrebbero avere un calo a causa del poco turn-over. Sarri in queste 25 partite ha usato quasi sempre gli stessi 11 risparmiando solo in poche occasioni pedine come Insigne, Ghoulam, Koulibaly o Allan. La vera incognita per gli azzurri è proprio quella della condizione fisica. La Juve ha una rosa più ampia e Allegri può permettersi un turn-over più spinto. In attacco per esempio, dove Zaza può alternarsi a Morata e Mandzukic. Sugli esterni e un po' meno in difesa. L'asse che Allegri tocca meno è quello Bonucci-Chiellini-Marchisio. FORMAZIONI. Per quanto riguarda la sfida dello Stadium la squadra che ha più dubbi di tutti è senz'altro Allegri. Il tecnico deve fare a meno di Giorgio Chiellini per almeno due settimane. Vista la contemporanea assenza di Caceres, Alegri è propenso a giocare con la difesa a quattro con Evra e Lichtsteiner sugli esterni, Barzagli e Bonucci centrali.

L'altra opzione è confermare il 3-5-2 con Lichtsteiner nella difesa tre, ruolo che lo svizzero ha già ricoperto altre volte ma che non è nelle sue corde. In questo caso è possibile che sia Cuadrado a giocare come esterno alto. A centrocampo c'è Sturaro al fianco di Marchisio e Pogba. Ancora indisponibile Khedira. In attacco in caso di 4-3-3 si giocano un posto Cuadrado e il Tucuman Pereyra insieme agli inamovibili Morata e Dybala. Zaza torna in panchina dopo la squalifica e può essere una carta in più nella ripresa. Nel Napoli la formazione è il classico 4-3-3 a cui Sarri ci ha abituato. Jorginho, uomo indispensabile per questo Napoli, torna dopo la squalifica scontata con il Carpi. Il resto è confermato. Hysaj e Ghoulam sugli esterni, Albiol e Koulibaly sugli esterni. A centrocampo c'è Allan, Jorginho e Hamsik; in attacco il trio più prolifico del campionato: Insigne, Higuain e Callejon. DIRETTA STREAMING. Juventus-Napoli viene trasmessa sabato alle 20,45 in diretta tv per i soli abbonati da Sky e Mediaset Premium. La diretta streaming è visibile su SkyGo e Premium Play.

Crediti: lapresse, ansa, roma sem, Youtube