Jurassic World: La mostra a Roma dedicata ai dinosauri

I dinosauri a La Sapienza
Ecrit par

A un mese dall’uscita di Jurassic World melty ha visitato la mostra “Dinosauri in carne e ossa” a Roma. Fino al 31 maggio potrete ammirare gli animali preistorici a grandezza reale e togliervi qualche curiosità sui film di Spielberg.

Non potremmo forse mai visitare dal vivo Jurassic Park ma gli italiani una - neanche troppo - piccola fortuna ce l’hanno, la mostra “Dinosauri in carne e ossa” organizzata a La Sapienza di Roma nei Dipartimenti di Scienze della Terra e Biologia Ambientale, che ha ricostruito a dimensioni reali i dominatori del mondo perduto. Fino al 31 maggio gli animali preistorici più amati da Spielberg saranno in esposizione con tanto di visite guidate e melty è andata a dare un’occhiata in occasione dell’uscita di Jurassic World. L’allosauro (“E neanche uno degli esemplari più grandi”, dichiara Simone Maganuco, curatore della mostra) e il diplodoco che si ergono con una certa imponenza davanti all’edificio di “Geologia” non sono che l’antipasto per gli appassionati, nell’orto botanico de La Sapienza, volutamente poco curato per conferire all’ambiente un aspetto selvaggio, si può ammirare un meraviglioso raptor, realizzato come omaggio a Jurassic Park, il Parasaurolophus e ovviamente “Il dinosauro per antonomasia”, come lo definisce Alessandro Carpana, fondatore dell’APPI (Associazione Paleontologica Parmense Italiana): il T-Rex. “Dinosauri in carne e ossa” spiega Maganico: “E’ un progetto tutto Made in Italy di cui l’oggetto principale è la ricostruzione di dinosauri e altri animali preistorici tutti a grandezza naturale. Cerchiamo di ricostruire l’aspetto che dovevano avere proprio secondo le ultime scoperte scientifiche. La nostra mostra nasce con un intento divulgativo”. Le specie sono disseminate ovunque all'interno del giardino e nel Dipartimento di Geologia a riprova di un lavoro artigianale imponente: tutti i modelli sono stati realizzati in Italia con vetroresina e, sicuramente, tanta pazienza.

Jurassic World - I dinosauri a La Sapienza
Jurassic World - I dinosauri a La Sapienza
Jurassic World: La mostra a Roma dedicata ai dinosauri - photo
Jurassic World: La mostra a Roma dedicata ai dinosauri - photo

Jurassic World non è affatto estraneo a questo progetto. Jack Horner, il paleontologo consulente dei film di Jurassic Park, fa parte del comitato scientifico dell’esposizione e Alessandro l’ha conosciuto personalmente. “Mi ha raccontato di quando era sul set e spiegava a Spielberg che un dinosauro non poteva fare le cose scritte nella sceneggiatura. Spielberg gli rispondeva: lo dovranno fare comunque”. Ho chiesto a entrambi cosa ne pensano dei paleontologi che criticano Jurassic World per le falle scientifiche: “E' un film, non è un documentario, mi arrabbio quando ci sono errori nei filmati per addetti ai lavori”, confessa Maganuco. Il fatto ad esempio, che ci sia la stessaT-Rex del primo film anche in Jurassic World potrebbe essere un errore: “La specie viveva massimo 30/35 anni ed era già vecchia nel primo film, è poco plausibile sia la stessa”, continua il paleotologo, eppure entrambi parlano con entusiasmo di questo enorme ritorno. “Jurassic Park e Lo squalo sono i miei film preferiti”, taglia corto Carpana. Entrambi però condividono una paura che un po' è anche una speranza: che sia lei, la T-Rex, ad uccidere il temibile Indominus Rex; poco verosimile (vista appunto la vecchiaia) ma in qualche modo, onesto nei confronti della natura. E tanti saluti alla plausibilità.

Crediti: Universal Pictures, melty.it, youtube