Junior Bake Off Italia: con Mamma Benedetta, un talent fra sorrisi e solidarietà! (RECENSIONE)

Junior Bake Off Italia | recensione prima puntata 27 novembre
Ecrit par

Promette bene la prima edizione di Junior Bake Off Italia: lo spin-off under 12 dell'omonimo talent di Real Time. Leggi la recensione della prima puntata su melty.it.

"Tre, due uno... che il gran gioco della pasticceria abbia inizio!": con queste parole Benedetta Parodi introduce al pubblico di Real Time la prima ed inedita edizione di Junior Bake Off Italia, lo spin-off del celebre talent per pasticceri amatoriali declinato a concorrenti dagli 8 ai 12 anni. L'atmosfera è certamente più distesa, Ernst Knam ha giurato che sarà più buono con tutti sfoderando persino un sorriso a trentadue denti, Benedetta Parodi è ancor più calzante nel suo doppio ruolo di conduttrice e mamma. Eh sì perché, di fronte ai pasticci dei piccoli pasticceri, la Parodi ha cercato di porre rimedio consigliando delle "coppate" ai pan di spagna o di nascondere crepe e sbriciolamenti vari con una glassa colorata. Non sono mancati i momenti a misura di bambino: come l'ingresso sotto il tendone di una enorme torta a piani (che custodiva il video messaggio di Buddy Valastro) o il siparietto in stile "Chi ha incastrato Peter Pan?" dove i piccoli concorrenti si sono dovuti cimentare nell'intuizione di esclamazioni come "cavallo brado" ("È un cavallo che si chiama Brado?") o a quesiti come "Cosa c'è dall'altra parte del mondo?" ("Boh! Stanno dormendo...").

Junior Bake Off Italia: con Mamma Benedetta, un talent fra sorrisi e solidarietà! (RECENSIONE)

Rispetto a Junior Masterchef, però, Junior Bake Off Italia ha qualcosina in più: l'atmosfera di gioco e la solidarietà fra baby-concorrenti. Ad esempio: è stato molto toccante il momento in cui il povero Davide ha scoperto che la sua salsa alla fragola era venuta troppo liquida e - per la disperazione - è scoppiato a piangere; il problema, però, è stato subito risolto da uno dei colleghi in gara (Gianluca, il futuro calciatore) che ha trovato un escamotage al pasticcio ed ha invitato il compagno a non piangere: "Eddai, non ti preoccupare: anch'io ho pianto prima!" ha rivelato sottovoce a Davide per fargli forza. Persino il momento dell'eliminazione (fuori due ragazzi per puntata) viene messo in atto come fosse una sciocchezzuola e non una tragedia greca: non viene mai enunciata la parola "eliminato" e quando vengono rivelati i due peggiori, Benedetta Parodi corre dai due malcapitati con le braccia aperte pronta a dare degli "abbraccioni".

Junior Bake Off Italia: con Mamma Benedetta, un talent fra sorrisi e solidarietà! (RECENSIONE)

Junior Bake Off Italia ha abbandonato persino le schede di presentazione, lasciando che siano gli stessi piccoli pasticceri nella loro naturalezza a presentarsi con le loro caratteristiche e le loro abilità: dal futuro calciatore alla piccola darkettona, dal toscanaccio alla italo-francese. Gli elementi per portare a casa una buona prima edizione ci sono tutti, insomma. Certo, in sole quattro puntate sarà difficile affezionarsi ai concorrenti come nella versione per adulti ma siamo sicuri che la tenera età dei piccoli pasticceri riuscirà ad indorare la pillola e a far breccia nel cuore dei telespettatori già affezionati alla versione Over. E se a qualche bacchettone non è piaciuto Junior Bake Off Italia, vi lasciamo con le parole della spiritosa Giulia: Non tutte le ciambelle riescono col buco perché... alle volte si possono sempre fare dei bomboloni!".

Junior Bake Off Italia: con Mamma Benedetta, un talent fra sorrisi e solidarietà! (RECENSIONE)
Crediti: Real Time