Jules Bianchi: Le reazioni della Formula 1 dopo l'incidente di Suzuka

Jules Bianchi ancora tra la vita e la morte
Ecrit par

L'incidente di Jules Bianchi a Suzuka e le gravi condizioni mediche del ragazzo hanno pesantemente scosso tutto il mondo della Formula 1, che si è stretto intorno al ragazzo come mai prima d'ora.

Ha solo 25 anni Jules Bianchi ed è sempre stato uno dei ragazzi più amati all'interno del paddock. Anche per questo il suo incidente ha scosso gli animi di tutti, dei suoi amici, ma anche di chi non lo conosceva di persona. É uno dei talenti più importanti di questa Formula 1 e il suo incidente a Suzuka ha creato scompiglio e traumatizzato tutti. Le condizioni di Bianchi sono ancora gravissime, ma lo spettacolo deve comunque continuare con tutti i team che si stanno già trasferendo in Russia per il GP di Sochi della prossima domenica. Ma tutto il mondo della Formula 1 si è stretto intorno a Bianchi e alla sua famiglia, con una lunghissima serie di messaggi di auguri e solidarietà e di speranza per una guarigione completa di un ragazzo che, naturalmente, non meritava quello che gli è successo. É la Ferrari, che ha da sempre tenuto sotto la sua ala protettrice il giovane francese, a lanciare l'hashtag #ForzaJules e a fare i suoi migliori auguri al ragazzo.

Altri articoli su Formula UnoFormula 1: Video e foto dell'incidente di Bianchi a SuzukaJules Bianchi: I perché dell'incidente a SuzukaIncidente Jules Bianchi: Le condizioni del pilota dopo SuzukaJules Bianchi: Il video dell'incidente a Suzuka

Jules Bianchi: Le reazioni della Formula 1 dopo l'incidente di Suzuka

Ma sono tanti gli uomini del circus che hanno raccontato tramite i social il loro pensiero. Piloti che sono anche uomini e che non possono certo restare impassibili quando il loro mondo viene scosso da eventi come questi. La festa mancata sul podio del GP di Suzuka è stato il vero simbolo dell'animo turbato di tutto il circus. Nessuno ha voluto festeggiare, le bottiglie di champagne sono rimaste chiuse e i piloti hanno voluto chiudersi in loro stessi ed evitare ulteriore calore mediatico. Molti si sono precipitati in ospedale per stare vicino a Bianchi, ma quasi tutti sono dovuti ripartire subito verso la Russia. In certi casi, pur senza alcuna voglia, lo spettacolo deve continuare. Siamo sicuri che tutti correranno nel nome di Bianchi, che saranno tanti i modi per stargli vicino anche in pista, ma sempre con la speranza che, entro domenica, arrivino finalmente notizie buone.

Jules Bianchi: Le reazioni della Formula 1 dopo l'incidente di Suzuka
Crediti: Archivio web