José Mourinho: La figlia Matilde sexy ai GQ Awards, Mou non è contento!

José Mourinho, coach del Chelsea
Ecrit par

José Mourinho ha ricevuto un premio nel corso della serata dei GQ Awards alla Royal Opera House di Londra. A farsi notare, però, è stata piuttosto la sua Special accompagnatrice...

Tale padre tale figlia... Special One. José Mourinho e la figlia Matilde hanno partecipato martedì 8 settembre al gala dei GQ Awards presso la Royal Opera House di Londra, cerimonia di premiazione degli uomini più importanti dell'anno secondo la popolare rivista maschile. L'allenatore del Chelsea, recentemente nell'occhio del ciclone per via della querelle con il medico donna dei Blues, è stato insignito del riconoscimento “Editor's Special”, unico personaggio dello sport protagonista insieme al pilota di Formula Uno – e flirt della popstar Rihanna – Lewis Hamilton. Nonostante il premio, Mourinho non sembrava così felice durante il red carpet, forse per colpa dell'abbigliamento quantomeno “audace” sfoderato dalla figlia 18enne per l'occasione.

>>> Leggi su melty: Matilde Mourinho: Dallo Special One agli One Direction

José Mourinho: La figlia Matilde sexy ai GQ Awards, Mou non è contento!

Matilde Mourinho, non nuova ai tabloid per via dell'amicizia di lunga data con il cantante degli One Direction Niall Horan, ha letteralmente rubato i riflettori al 52enne padre, visibilmente contrariato come sembrano testimoniare le immagini. La giovane indossava un abito nero, corto ma elegantissimo (lo stile, almeno per quanto riguarda il look, è decisamente un punto forte dei Mourinhos) e con una scollatura vertiginosa che ne lasciava intravedere le grazie. Magari non sarà una star in erba della televisione come la nostra Aurora Ramazzotti, new entry a X Factor 9 e protagonista di numerosi scatti da diva, ma potremmo ben presto sentir parlare della figlia di Mou anche al di qua della Manica. Sempre che il gelosissimo papà non la costringa ad un outfit monastico!

José Mourinho: La figlia Matilde sexy ai GQ Awards, Mou non è contento!
Crediti: dailymail, Web, archivio web