Jessica Chastain: Interstellar, un anno da incorniciare

Jessica Chastain
Ecrit par

Jessica Chastain ha incantato in Interstellar, ed è ormai lanciata alla conquista dell’ambita statuetta dorata…

La pelle diafana e la chioma fulva, lo sguardo potente e magnetico di chi può e deve bucare lo schermo: Jessica Chastain, nelle sale con Interstellar, in cui interpreta la figlia dell’astronauta Matthew McCounaghey è la nuova icona del cinema americano. Sarebbe tanto piaciuta ad Alfred Hitchock, così glaciale ed elegante eppure in grado di emanare radiazioni ad altissima frequenza quando appare sul grande schermo, Billy Wilder avrebbe fatto di lei una stella delle sue commedie sofisticate, o l'avrebbe trasformata in una femme fatale da antologia, perchè Jessica può essere tutto ciò. Ne ha fatta di strada la ragazza di Sacramento: le tavole del palcoscenico, gli studi alla Juilliard, e poi, solo dopo una durissima gavetta, le luci della ribalta. Interstellar è il suo primo vero blockbuster, la pellicola che potrebbe consacrarla anche agli occhi del grande pubblico, perché il cuore dei cinefili, la Chastain, l’ha già rubato da un po’. Quel mostro sacro di Al Pacino l’ha voluta intrigante Salomè nel suo controverso film del 2011, e da allora solo plausi e consensi. Poi è arrivato il cinema d’autore: Terrence Malick, Kathryn Bigelow e l’horror “La Madre”, le pailletes e i lustrini, ma sempre con discrezione. Jessica Chastain non è una bambola bionda con gli zigomi rifatti, ha conservato la sua bellezza antica e preraffaelita che le ha permesso di diventare volto di Yves Saint Laurent, un marchio che conta tra i propri testimonial la celebre Catherine Deneuve. Non facciamo paragoni troppo azzardati tracciando un parallelismo con la celebre diva francese, che la ricorda per la sua classe senza tempo, per il suo essere donna forte ed indipendente, ma dal talento innegabile.

Jessica Chastain: Interstellar, un anno da incorniciare

Esattamente come le dive di un tempo, Jessica Chastain riesce ad essere icona di stile ammiratissima sui red carpet per quel bagliore, quel singolare miscuglio di eleganza e sensualità che solo le “divine” riescono a sfoggiare, e non è solo una questione di abiti. Era così luminosa per la premiere di Interstellar, da rendere praticamente invisibile la sua collega Anne Hathawy. La nuova stella del cinema a stelle e strisce cala degli importanti assi in vista dei prossimi Oscar: Jessica aveva sfiorato l’ambita statuetta in passato con la sua performance di una bionda svampita dal cuore d’oro in The Help e nei panni di una donna dura e combattiva in” Zero Dark Dirty”, e ci riprova con il dramma “A most Violent Year”, che sta già mietendo ampi consensi, e con “La scomparsa di Eleanor Rigby”. Potrebbe finalmente essere il momento buono per quella che, agli occhi di chi scrive, appare come una delle poche ultime dive in circolazione: Jessica Chastain riesce ad unire nella sua figura talento, glamour e una perfezione tale da suggerire un certo distacco, come fosse una creature piovuta da un altro pianeta. Impegnata ma non snob, sensuale ma mai volgare, classica ma sempre attuale: dalla California alla conquista di Hollywood, e non c'è nessuno che possa fermarla.

Crediti: jessica chastain, web