Jennifer Lawrence e Balotelli: per il Time davanti a Beyoncé

Jennifer Lawrence
Ecrit par

Jennifer Lawrence al primo posto nella categoria Artists, Balotelli medaglia di bronzo fra le Icons, davanti a Beyoncé. Il Time ha incoronato due giovanissimi nella classifica delle cento persone più infulenti del 2013: che podio!

Il podio che non ti aspetti: così potremmo definire le prime tre posizioni scelte dal Time per la classifica delle cento persone più infulenti del mondo. Jennifer Lawrence, Christina Aguilera, Steven Spielberg per la categoria artists e Malala Yousafzai, Lena Dunham e Mario Balotelli per la categoria Icons sono infatti rispettivamente i sei personaggi che, secondo il Time, hanno lasciato il segno in questo 2013. Fra tutti, naturalmente, spiccano, con una buona dose di sorpresa, la giovanissima Jennifer e il nostrano SuperMario. Accanto a personaggi come il Presidente americano Barack Obama, la First Lady Michelle e Papa Francesco i due giovani sono arrivati in vetta come "icone": modelli che, con il loro comportamento e la loro carriera, hanno fatto e fanno tendenza.

Jennifer Lawrence e Balotelli: per il Time davanti a Beyoncé

Con Jennifer Lawrence ha vinto però anche il talento: a nemmeno 23 anni, la star americana ha incassato, con questo primo posto, un ennesimo successo. A pochi mesi da un Oscar e dai numerosi premi vinti grazie al film Il Lato Positivo, Jennifer Lawrence, per cui anche il principe Harry avrebbe un debole, può già essere considerata una attrice affermata e a cui si prospetta una favolosa carriera. Per cancellare ogni dubbio, basta leggere il bellissimo commento che Jodie Foster ha scritto per lei all'interno del magazine: "Jennifer Lawrence è una gemma con uno sguardo che uccide. Quando l’ho vista in Un gelido inverno ho pensato: 'Cavolo, quella ragazza sa recitare'… Ma non solo, questa ragazza è allegra, coraggiosa, uno spirito libero, con la voce roca e la propensione per il cibo spazzatura"

Jennifer Lawrence e Balotelli: per il Time davanti a Beyoncé

Per quanto riguarda invece il Balo nazionale, il Time non sembra aver avuto alcun dubbio nel consegnargli la medaglia di bronzo nella categoria Icons. Questa volta a descrivere il profilo del personaggio e farne un ritratto è stato l'ex giocatore Gianfranco Zola che così ha scritto: "Mario ha tutte le qualità per essere un top-player. Ha potenza e atletismo, oltre a una buona visione di gioco. Ho lavorato con lui per un breve periodo nell’under 21, mi è piaciuto subito, mi è piaciuto il modo in cui si gestiva e la sua compostezza e la sua calma nelle situazioni. Mario si lascia scivolare le cose che gli accadono intorno e solo i grandi giocatori hanno quella calma. Può giocare le grandi partite e gestirle nei momenti cruciali ma ha bisogno di mantenere il controllo, è vitale per lui". SuperMario però non si è fermato qui e oltre al podio, è riuscito a superare il suo omonimo Mario Draghi, governatore della Bce, a cui è stato riconosciuto il prestigioso ruolo all'interno dell'Eurozona. Un terzo Mario, di cognome Monti, è stato invece il grande sconfitto di questa edizione: il leader di Lista Civica è uscito infatti dalla top 100, perdendo il suo titolo di "icona" che l'anno scorso, grazie alla "credibilità ridata all'Italia", aveva ottenuto. Che ne pensate, d'accordo con la top 100 del Time?

Jennifer Lawrence e Balotelli: per il Time davanti a Beyoncé - photo
Jennifer Lawrence e Balotelli: per il Time davanti a Beyoncé - photo
Jennifer Lawrence e Balotelli: per il Time davanti a Beyoncé - photo
Crediti: Archivi web