James Foley: Chi è il terrorista inglese nel video della decapitazione

Il boia di James Foley, John
Ecrit par

Il boia di James Foley si fa chiamare John ed è il leader della cellula britannica dei jihadisti ISIS, che per la loro nazionalità vengono chiamati 'Beatles'. Il terrorista è stato riconosciuto grazie al suo accento palesato nel video.

La decapitazione di James Foley nel videochoc trasmesso dai terroristi ISIS sul web hanno rivelato l'origine britannica del suo assassino, che (vestito di nero e con il volto coperto) si è incaricato di tagliare la gola al giornalista americano. Il boia, durante il video, ha pronunciato diverse minacce nei confronti di Stati Uniti e Occidente mostrando di tenere in ostaggio un altro giornalista americano, Steven Sotloff. Dopo un esame fonetico è stata rivelata la nazionalità del terrorista, che è stato dunque qualificato come cittadino britannico. L’identità dell'uomo è ancora sconosciuta, anche se è stato reso noto che si fa chiamare John e guida la cellula britannica dell’ISIS, la quale viene chiamata “Beatles” proprio per via della sua collocazione territoriale. L’intelligence inglese si sta occupando del caso e sembrerebbe vicina, sempre attraverso tecniche di riconoscimento vocale, a trovare una corrispondenza con i dossier presenti nel data-base: confrontando la voce di "John" con quella di alcuni prigionieri che si trovavano a Guantanamo sarebbe quindi possibile ottenere le reali generalità del boia di James Foley.

>>> Leggi su melty.it: Vanessa e Greta: Rapite dall'Isis in Siria?

James Foley: Chi è il terrorista inglese nel video della decapitazione

Dopo la diffusione sul web del video choc della decapitazione di James Foley, che ha visto inorridire l’opinione pubblica occidentale, i leader mondiali hanno reagito in maniera furiosa all'esecuzione ma non sono riusciti a nascondere una certa inquietudine riguardo alla vicenda. La costituzione dell’ISIS nei territori di Siria e Iraq aveva già messo in grave difficoltà il governo americano di Obama, la cui politica di ritiro delle truppe (un punto chiave fin dalla prima campagna elettorale per le Presidenziali USA) ha finito per lasciare la regione in una situazione di caos. La notizia che alcuni membri del gruppo terroristico siano di nazionalità europea o americana sta preoccupando non poco le autorità e i servizi di sicurezza, le quali temono che il possesso di un passaporto occidentale ne possa garantire l’accesso senza nessuna restrizione, limite o riconoscibilità.

James Foley: Chi è il terrorista inglese nel video della decapitazione

Il paese che sembra fornire la maggior parte di reclute all’ISIS sembra essere proprio la Gran Bretagna: sono infatti centinaia i cittadini inglesi ad essersi uniti al nucleo fondamentalista, con un totale di cittadini europei che sembra oscillare tra i 1.200 ai 2.000, come riportava uno studio dell’Europol effettuato a fine 2013. Il ministro degli esteri inglese Philip Hammond ha dichiarato alla stampa del Regno Unito che “Se lo Stato Islamico si stabilisce nelle aree di Siria e Iraq, questa verrà usata senza dubbio come base per lanciare attacchi all’occidente”. Il responsabile della politica estera di Londra ha poi aggiunto: “Allo stesso tempo se tra gli attivisti alcuni torneranno nei loro paesi dell’Europa, America, Australia e altri paesi arabi non coinvolti, potrebbero portare la lotta nelle nostre case.”

James Foley: Chi è il terrorista inglese nel video della decapitazione
Crediti: web , Youtube, facebook