James Foley: Il video choc della propaganda ISIS

Militanti dell'ISIS
Ecrit par

Dopo la diffusione del video della decapitazione di James Foley, un nuovo documento ISIS sconvolge l'opinione pubblica. Si tratta del video di propaganda in cui i terroristi rendono noto il loro operato e ricerca nuovi militanti.

Il video choc della decapitazione di James Foley, diffuso martedì scorso dal gruppo terroristico dell’ISIS ha sconvolto l’opinione pubblica occidentale per la crudezza e la crudeltà delle immagini, che mostravano senza nessun filtro l’uccisione del reporter americano. Dopo i video messaggi di Al Qaeda, un altro tipo di comunicazione del terrore è quindi stata sviluppato dall’ISIS, e il filmato della propaganda fondamentalista diffuso sul web ne è la prova. Si tratta infatti di un medio-metraggio della durata di un’ora che, mostrando gli estremisti islamici in azione, mira a farsi conoscere fuori dai confini mediorientali e a reclutare nuovi militanti. Le immagini riguardano principalmente inseguimenti in auto, sparatorie e barbare esecuzioni: questi, così come altri gesti diffusi dal gruppo hanno il duplice obiettivo di terrorizzare e fomentare le nuove "reclute", in un progetto di folle esaltazione che prevede l’instaurazione di uno stato islamico.

Altri articoli su James FoleyJames Foley: Chi è il giornalista decapitato dai terroristi ISISJames Foley: Video decapitazione, lo choc corre sul webJames Foley: Perché il video della decapitazione è stato censurato?James Foley: Chi è il terrorista inglese nel video della decapitazione

La sequenza di apertura del video mostra la descrizione, attraverso la creazione di una mappa fittizia della zona geografica che i combattenti dell'ISIS chiamano lo "Stato Islamico di Iraq e Siria" e che comprende, appunto, i territori di Siria, Libano, Giordania, Palestina e Iraq. La scena è seguita dalle riprese effettuate (grazie a un drone volare) su Falluja, la città irachena che l’ISIS controlla dall'inizio del 2014. A un certo momento si riesce a sentire il lancio di un razzo, quasi a segnare l'inizio della "azione": a questo punto, partono le primi immagini dei militanti. Il video mostra i membri ISIS rinunciare alle loro cittadinanze, strappare passaporti appartenenti ai rispettivi paesi di origine ma che non riconoscono più come legittimi, giurando la loro fedeltà allo Stato Islamico dell'Iraq e della Siria. Verso la fine del documento, gli stessi militanti sono filmati mentre distribuiscono dei volantini di reclutamento ai giovani nella stessa area geografica.

Il titolo del “film” è “The Clanging of the Swords IV”, traducibile in italiano con “Il Fragore Di Spade IV”. Il nome del video, che sembrerebbe richiamare una serie tv anglosassone, così come l’utilizzo dei numeri romani aiuta a comprendere come ci si avvicini sempre di più al mondo occidentale, e come le riprese effettuate dal gruppo terrorista siano in realtà un'emulazione delle produzioni di Hollywood. Il documento era stato diffuso inizialmente su alcuni forum di siti molto frequentati dai membri dell’ISIS e il 17 maggio scorso sull’account ufficiale ISIS su Twitter, profilo che è stato in seguito bloccato dallo stesso social media. Come detto, le azioni salienti del filmato vedono riprese aeree, esplosioni in slow-motion, scene girate dal punto di vista del mirino di un fucile e altri effetti che siamo abituati a vedere nei blockbuster made in USA, con la differenza che le immagini, in questo caso, sono drammaticamente reali.

Crediti: web