Italia, disoccupazione al 12,9%: Che cos'è il "Jobs Act" di Renzi?

Il Jobs Act di Matteo Renzi
Ecrit par

Nuovo record per la disoccupazione in Italia, con un tasso schizzato al 12,9%. I giovani italiani senza lavoro sono addirittura il 42,4%. Il premier Matteo Renzi risponde con il suo "Jobs Act". Di cosa si tratta? Parliamone su melty.it.

E' un Italia dei record quella del primo trimestre del 2014. In negativo, intendiamoci, con un tasso di disoccupazione mai così alto come negli ultimi 35 anni. E' infatti del 12,9% la disoccupazione tricolore secondo i dati dell'Istat per gennaio, con un aumento di 0,2 punti percentuali su dicembre e di 1,1 su base annua. I disoccupati nello Stivale sfiorano i 3,3 milioni, mentre le percentuali si fanno ancora più allarmanti tra la popolazione più giovane. Guardando al tasso di disoccupazione giovanile, per la fascia cioè tra 15 e 24 anni, a gennaio è pari al 42,4%. In entrambi i casi, si tratta del livello più alto sia dall'inizio delle serie mensili, gennaio 2004, sia delle trimestrali, primo trimestre 1977. Dati che descrivono un Paese in piena crisi e a briglie sciolte, che stenta ad incentivare il lavoro tra i giovani, sempre più portati all'espatrio proprio come accadeva all'alba degli anni '70 prima, negli '80 poi. Dati che hanno spinto Matteo Renzi, dopo la fiducia al suo Governo anche dalla Camera, a cinguettare su Twitter: "Si tratta di una cifra allucinante, la più alta da 35 anni. Ecco perché il primo provvedimento sarà il JobsAct".

Italia, disoccupazione al 12,9%: Che cos'è il "Jobs Act" di Renzi?

Jobs Act che passa per un Governo sì giovane (Governo Renzi: Ministri al giuramento per l'esecutivo più giovane della storia della Repubblica), ma anche già impegnato su una manovra bollente. Il cuore del Jobs Act, il Naspi, è già sul tavolo del nuovo Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, e nasconde la sua natura di sussidio di disoccupazione universale, destinato a tutti coloro che perdono il posto, compresi quelli che da sempre sono fuori da ogni tutela: i precari e i collaboratori a progetto. Il piano, messo a punto dal politologo Stefano Sacchi prima tra le mura della segreteria del PD, poi diventato base di una vera e propria discussione per il governo, costerà 1,6 miliardi in più di quanto oggi si spende per i sussidi. Sono 8,8 miliardi in tutto quelli previsti dalle casse statali, meno di quanto si prospettava fino ad oggi.

Italia, disoccupazione al 12,9%: Che cos'è il "Jobs Act" di Renzi? - photo
Italia, disoccupazione al 12,9%: Che cos'è il "Jobs Act" di Renzi? - photo
Italia, disoccupazione al 12,9%: Che cos'è il "Jobs Act" di Renzi? - photo
Italia, disoccupazione al 12,9%: Che cos'è il "Jobs Act" di Renzi? - photo
Italia, disoccupazione al 12,9%: Che cos'è il "Jobs Act" di Renzi? - photo

Nei piani di Matteo Renzi, ancora "vittima" di Crozza nel Paese delle Meraviglie, il Jobs Acts assicurerà protezione anche a quel milione e 200 mila lavoratori, ora per diversi motivi totalmente senza rete, in caso di disoccupazione. E potrebbe essere finanziata con uno spostamento di risorse dalla Cig in deroga, che vale 2,5-3 miliardi annui. Nei prossimi giorni, il dossier sarà esaminato dallo stesso neo Ministro del Lavoro. "Ne parlerò con il ministro", conferma Filippo Taddei, responsabile per l'economia del PD. "È il piano più ragionevole di tutti, perché include anche gli atipici. E siamo fiduciosi che possa diventare il piano del governo". Renzi, da burattino a burattinaio secondo l'opinione pubblica, riuscirà a mettere in atto quello che pare il piano più ambizioso degli ultimi 20 anni di Governo? O si tratta di dichiarazioni "pericolose", destinate a scatenare un vero e proprio shock per l'economia europea?

Crediti: facebook, web , Archivio web