Interstellar: Recensioni e reazioni della stampa

Ecco cosa pensa la critica di Interstellar.
Ecrit par

Il 26 e il 29 ottobre si sono svolte le premiere di “Interstellar” a L.A. e a Londra, con Matthew McConaughey, Anne Hathaway e Michael Caine. Ma cosa ne pensa la stampa straniera del film? Dobbiamo aspettarci un capolavoro o prepararci al peggio?

(di Enrico Fop) Se c'è una cosa che Christopher Nolan sa fare bene – a parte i film, ovviamente - è creare aspettativa. L'uscita di ogni sua opera, è sempre anticipata da un'attesa spasmodica da parte del pubblico. Così, la premiere del suo ultimo "Interstellar" tenutasi il 29 ottobre 2014 a Londra, si è trasformata in un evento mediatico seguito da milioni di persone, grazie allo streaming del red carpet (che in realtà era blu cielo, una coincidenza? ) messo a disposizione dalla Warner Bros. Ma cosa dobbiamo aspettarci da “Interstellar”? Capolavoro senza tempo o sonora delusione? La critica internazionale si è già espressa, parlando generalmente bene del film, anche se non mancano i giudizi negativi. I giornalisti americani sono stati i primi ad avere il privilegio di vedere il film, grazie alla proiezione per la stampa del 26 ottobre. Richard Collis del “Time” ha scritto che “in 'Interstellar', ogni tanto Nolan fa il passo più lungo della gamba, ma è un bene, perché oggi giorno sono pochi i registi che osano puntare così in alto, tentando di stimolare al massimo la nostra mente e i nostri sensi. Aiutato dalla colonna sonora di Hans Zimmer il regista mostra una panoramica del cosmo. Ci sono anche momenti di silenzio, nei quali lo spettatore può sentire soltanto il suono del proprio cuore che 'spaura'”.

Interstellar: Recensioni e reazioni della stampa

Più critico è Todd McCarthy del The Hollywood Reporter, che parla di un film “troppo radicato nelle emozioni terrene e nella realtà scientifica per decollare verso l'ignoto”. Ammette che a tratti “Interstellar” “sa essere sorprendente. Ma non si confronta mai veramente con il terrore dell'infinito o del nulla”. Oltretutto è vittima di “un ottimismo tipicamente yankee, dove i protagonisti a un certo punto sanno di potercela fare”. Chi invece non ha proprio digerito il film sembra essere Alonso Duralde, del magazine The Wrap, che ha scritto: “Interstellar è una sorta di apoteosi del cinema di Christopher Nolan, che mostra il suo lato migliore ma sopratutto quello peggiore” e ancora “un film che non teme di esplorare i bordi dell'universo, ma che inciampa rovinosamente nel viaggio di ritorno”. Infine c'è il giudizio lapidario di Joanna Langfield (The Movie Minute), che riassume perfettamente la media dei giudizi giunti fino ad ora sul web: “Certi momenti sono spettacolari e fantastici, altri proprio no. Nel complesso? Niente di 'stellare'”. "Interstellar" arriverà in Italia il 6 novembre del 2014, nel cast ci sono il premio Oscar Matthew McConaughey, la leggenda vivente Michael Caine, Anne Hathaway, Wes Bentley, Topher Grace, Casey Affleck e la giovane Mackenzie Foy. Al di là del giudizio dei critici (non hanno sempre ragione loro! ), "Interstellar" (ecco le 5 film che hanno influenzato il regista) resta un film da non perdere: Christopher Nolan è un marchio di garanzia, uno che, anche nei momenti di impasse creativa, offre grandi esperienze cinematografiche. E non è poco.

Interstellar: Recensioni e reazioni della stampa
Crediti: Youtube, web