Inter-Juventus: Diretta streaming 8^ Serie A 2015-2016

Claudio Marchisio calcia un rigore contro l'Inter
Ecrit par

La diretta streaming di Inter-Juventus, posticipo della 8^ giornata di Serie A 2015-2016. Nell'Inter dubbi su Juan Jesus e Medel. Allegri valuta Mandzukic in attacco.

Inter-Juventus è la partita da dentro o fuori per molti ma non per Massimiliano Allegri. In caso di sconfitta al Meazza la squadra bianconera scivolerebbe a -11 dai nerazzurri. Un distacco colmabile con altre 30 partite in programma fino a giugno ma certamente una bella ipoteca per l'Inter, che a quel punto entrerebbe di fatto nella corsa scudetto. Allegri prova a spegnere ogni catatastrofismo della vigilia: "Inter-Juve non è assolutamente una partita da dentro o fuori - dice il tecnico nella conferenza stampa della vigilia e rispondendo così a Barzagli, che ha parlato di addio scudetto in caso di vittoria dell'Inter -. Domani ci attende una gara importante ma non decisiva. Siamo indietro in classifica, ma una vittoria non cambierebbe il nostro tipo di cammino. Piuttosto ci serve continuità di risultati. Siamo realisti, dobbiamo essere in lotta per lo scudetto a marzo". Per Allegri è il modo migliore per togliere pressione alla sua squadra, che in campionato ha balbettato in queste prime sette giornate e invece in Champions è prima a punteggio pieno. "Al Meazza ci attende una partita importante ma la sfida di mercoledì contro Borussia Mönchengladbach sarà probabilmente decisiva per il passaggio agli ottavi, il nostro primo obiettivo stagionale", avverte Allegri. Insomma il tecnico sa che la sua squadra in campionato soffre la pressione di essere la favorita e scarica la pressione altrove. Sulla formazione la buona notizia è il recupero di quasi tutti i componenti della rosa. Restano indisponibili Caceres, Rubinho e Lichtsteiner.

La Juve dovrebbe scendere in campo con il 3-5-2. In difesa il reparto azzurro composto da Barzagli, Bonucci, Chiellini; a centrocampo torna titolare Marchisio in regia, con Khedira e Pogba al suo fianco, per il centrocampo titolare; sulle ali Evra a sinistra e Cuadrado a destra; in attacco favorita la coppia Morata-Dybala. Mandzukic è in ritardo di condizione e potrebbe entrare nella ripresa. Nell'Inter a inizio anno nessuno pensava di avere il doppio dei punti della squadra campione d'Italia. Mancini è conscio che la palla contro la Juve brucerà, la pressione sarà sui suoi giocatori. “I giocatori dovranno essere pronti, tutti in campo con la massima concentrazione. L’impatto alla partita sarà dei migliori. Contro la Juve ci può far capire se possiamo restare in alto - sottolinea il Mancio in conferenza stampa. Una vittoria ci darebbe la consapevolezza di quello che possiamo fare”. Il tecnico nerazzurro vede squadre più attrezzate per la lotta allo scudetto: “Napoli, Juventus e Roma sono più attrezzate di noi perché lottano da diversi anni. La Juventus ha avuto qualche difficoltà ma si sta riprendendo. Noi stiamo lottando e vogliamo stare là in alto. Una nostra vittoria ci darebbe grande entusiasmo”. Sulla formazione i dubbi sono due: Juan Jesus a sinistra e Medel in mezzo al campo. Possibile che entrambi possano avere una maglia da titolare. Per il resto la formazione è fatta: Handanovic tra i pali, Santon, Miranda, Murillo e Juan Jesus in difesa; Medel, Guarin, Kondogbia a centrocampo; Perisic, Jovetic e Icardi in attacco. La partita è trasmessa alle ore 20,45 sia da Sky che Mediaset Premium e sulle rispettive piattaforme streaming SkyGo e Premium Play.

Crediti: web , ansa