Pietro Mennea è morto, il video dei record

Ecrit par

Si è spento questa mattina a Roma Pietro Mannea, medaglia d'oro ai Giochi Olimpici di Mosca 1980 e recordman sui 200 metri per 17 anni. Il video del record alle universiadi di Città del Messico 1979 su melty.it.

È morto Pietro Mennea, atleta, eurodeputato, uomo di studi e recordman. Da tempo malato di tumore, Pietro Mennea è stato il vincitore dei giochi olimpici di Mosca 1980 nei 200 metri. Recordman italiano per 17 anni nei 200 metri, con il tempo di 19"76. Primo atleta al mondo a disputare quattro finali consecutive ai Giochi olimpici (da Monaco '72 a Los Angeles '84). Un record stabilito da Pietro Mennea alle Universiadi di Città del Messico del 1979 e battuto da Micheal Johnson ai trials delle Olimpiadi 1996 negli Stati Uniti. Alle Universiadi stabilì 12 record contemporeaneamente, tra mondiali, europei e nazionali. Nel 1979 ha anche firmato il primato nazionale italiano sui 100 metri (10""01), primato che resiste tutt'ora. Il suo personale bottino è costituito da un oro e due bronzi olimpici, un argento e un bronzo ai mondiali, tre ori, due argenti e un bronzo ai campionati europei. Nato nel 1952 a Barletta (Puglia) da una famiglia di modeste condizioni, oltre ai record di atletica si è laureato in scienze politiche, giurisprudenza, scienze motorie e lettere e ha scritto oltre 20 libri. È stato eurodeputato a Bruxelles dal 1999 al 2004.

Pietro Mennea è morto, il video dei record

Quando gli uomini vengono ridotti a dei numeri di solito non è un fatto positivo. Per lui era diverso: quel "19 e 72" è diventato negli anni il sostituto del suo vero nome. Anche quando il record è stato infranto, la sua fama è rimasta. Coltivata dai libri, dallo studio, da un'indefessa attività lavorativa e politica dopo il ritiro dalla vita atletica. Nella sua autobiografia "La corsa non finisce mai" (2012, Limina Editore) ha insegnato a chi lo conosceva che lo sport non è tutto nella vita. " Durante le gare avevo già messo le basi per quello che sarei stato dopo. Mano a mano crescevo, e cercavo di mettere un piccolo tassello: è ciò che mi ha insegnato lo sport", ha dichiarato durante una delle ultime interviste. Su Twitter, il ricordo di quello che è stato Pietro Mennea si confonde all'orgoglio per il suo essere un figlio del Sud. Oggi pomeriggio sarà allestita la camera ardente alla sede del Coni di Roma, in Largo Lauro de Bosis, per tutti quelli che vorranno porgere l'ultimo saluto.

Pietro Mennea è morto, il video dei record - photo
Pietro Mennea è morto, il video dei record - photo
Pietro Mennea è morto, il video dei record - photo