Il Racconto dei Racconti: Tutti i luoghi del film, come arrivarci

Salma Hayek nel castello di Donnafugata, nel film
Ecrit par

Il Racconto dei Racconti di Matteo Garrone, da poco presentato a Cannes, è stato interamente girato in Italia, tra borghi, castelli, labirinti e grotte. Andiamo alla scoperta del Paese fiabesco e fatato del film.

Ne Il Racconto dei Racconti, recentemente presentato in concorso al Festival di Cannes, il grande regista Matteo Garrone ha abbandonato le oscure periferie di Napoli che da sempre avevano caratterizzato i suoi film per gettarsi a capofitto nel fiabesco mondo di Giovanbattista Basile, scrittore del XVII secolo. Per ricostruire l’atmosfera fatata de “Lu Cunto de li Cunti” (raccolta di storie che di fatto anticipò il genere poi inventato da Fratelli Grimm) Matteo Garrone non si è avvalso del digitale ma è andato alla ricerca di reali luoghi nascosti dell’Italia del Seicento, rimasti intatti con il passare dei secoli. Andiamo dunque alla scoperta delle magiche location del film e delle modalità più veloci ed economiche per raggiungerle.

Per agevolare la ricerca, ripercorriamo i luoghi che appaiono nel film, separandoli in base agli episodi in cui è diviso. Il primo segmento vede protagonista il Regno di Selvascura, dove regnano Salma Hayek e i suoi due figli albini. Nel secondo episodio facciamo la conoscenza del Regno di Roccaforte, dove Vincent Cassel interpreta un re libidinoso che si innamora della voce di una donna misteriosa. Nel terzo e ultimo racconto, infine, siamo nel Regno di Altomonte, dove un re (Toby Jones) manda per errore la propria figlia in sposa ad un orco.

Regno di Selvascura

L’episodio che vede protagonista Salma Hayek, il drago e i due figli albini è stato girato interamente in Sicilia, per la precisione nei dintorni di Ragusa. Il castello dove la regina si aggira tormentata è il Castello di Donnafugata, a soli 20 minuti di macchina dal capoluogo. Venendo dalla città, bisogna imboccare la strada provinciale Ragusa – Santa Croce Camerina, sulla quale sono presenti le indicazioni per il Castello di Donnafugata. I costi per visitarlo? 6 euro. Ma se si vuole gettare uno sguardo anche al giardino, dove è situato il bellissimo labirinto in cui Salma Hayek insegue i figli ne Il Racconto dei Racconti, il prezzo sale a 8. Spostandoci più avanti nel film, arriviamo alla ormai già cult scena del drago. Il mostro giace addormentato sul fondo di un fiume che attraversa delle frastagliate pareti verticali che sembrano uscite da Il Signore degli Anelli: ebbene, questo luogo incantato non è frutto di un costosissimo programma di computer grafica, ma si trova a due ore e mezza di macchina da Ragusa. Si tratta delle Gole della Alcantara, un canyon naturale fatto di pietra lavica (proprio al magma vulcanico è da attribuire i “disegni” particolarissimi sulle pareti dietro il Drago). Per arrivare comodamente, è preferibile imboccare l’autostrada Messina—Catania, deviare all'altezza dei Giardini Naxos e da lì seguire le indicazioni per Le Gole dell’Alcantara.

Regno di Roccaforte

Il racconto con al centro le figure di Vincent Cassel e Stacy Martin (già protagonista del discusso Nymphomaniac) si svolge nell'immaginario Regno di Roccaforte, un borgo “rannicchiato” sotto un castello che svetta in cima ad uno strapiombo. Un luogo reale, che risponde al nome di Castello di Roccascalegna, in provincia di Chieti. Costruito nel XII secolo, venne ristrutturato nel Cinquecento, dove leggenda vuole che il Barone Corvo de Corvis istituì lo “ius primae noctis”. Che Garrone si sia ispirato a lui per il suo “re libidinoso”? Ad ogni modo, per raggiungere il castello è necessario prendere l’uscita per Chieti sull’autostrada A14 e poi seguire le indicazioni per Roccascalegna.

Nell’episodio con Vincent Cassel, tuttavia, è possibile scorgere un’altra bellezza nascosta dell’Italia: stiamo parlando del “Ponte della Maddalena” (meglio noto come il “Ponte del Diavolo”), bizzarra costruzione asimmetrica che si trova in Garfagnana, in provincia di Lucca, dove attraversa il fiume Serchio. Per raggiungerlo, percorrete la statale ss12 da Lucca verso la Garfagnana e seguite le indicazioni per Borgo a Mazzano, località dove si trova il ponte. Nel "Racconto dei Racconti" la costruzione appare all’inizio dell’episodio, quando una carrozza, con all’interno Vincent Cassel e due ragazze seminude, lo attraversa.

Regno di Altomonte

L’ultimo episodio del film, che vede un re (Toby Jones) istituire un gioco di corte per trovare il marito della propria figlia, è stato girato principalmente in Puglia. Il castello “ottagonale” in mezzo al nulla dove vivono i protagonisti si trova infatti ad Andria (provincia di Bari) e risponde al nome di Castel del Monte. E' lo stesso raffigurato nel retro della moneta da 2 centesimi di euro. Aperto alle visite ad un prezzo di 5 euro, Castel dal Monte è raggiungibile in auto, tramite le autostrade A14 (Bologna-Taranto) e A16 (Bari-Napoli). In entrambi i casi bisogna imboccare l’uscita di Andria e poi seguire le indicazioni turistiche per Castel del Monte. In alternativa, c’è un servizio bus da Andria che porta direttamente al castello del film.

L’ultimo luogo suggestivo che appare nel terzo segmento de "Il Racconto dei Racconti" sono le spettacolari grotte dove l’Orco trascina la figlia del Re. Questi luoghi spettrali e ancestrali si trovano presso il sito di Gravina di Petruscio a Mottola, in provincia di Taranto. Si tratta di un rifugio naturale in pietra scavato nella roccia e circondato dalla macchia mediterranea. Da Mottola è possibile raggiungere il sito archeologico prendendo l’ex statale 100 che parte dalla stazione ferroviaria del paese e seguire le indicazioni per Palangiello. Qui un’area di accoglienza vi segnaleranno l’accesso al villaggio rupestre di Repuscio.

Crediti: web