I Cani, L’orso, I Gatti Mezzi: La fattoria indie

I Cani, L’orso, I Gatti Mezzi: La fattoria de L’indie
Ecrit par

Quanti gruppi conoscete della scena indipendente italiana che hanno chiamato il loro progetto con un nome “animalesco”? L’indiece di melty ha preparato per voi un’originalissima playlist: animali e musica di qualità!

Ogni scusa è buona per creare una playlist di qualità: il binomio tra animali e scena indipendente italiana in questo caso ci sta tutto, dal momento che sono tantissimi i gruppi che hanno affidato al loro progetto un nome dai tratti “animaleschi”. Tra le band più interessanti degli ultimi anni è doveroso citare I Cani (42 Records): “Il sorprendente album d’esordio de I Cani” e “Glamour "(qui l'intervista a Niccolò Contessa) sono due dischi molto interessanti sia dal punto di vista musicale che della scrittura; una lettura lucidissima e spietata della realtà, spesso cinica e sempre molto coinvolgente. Uno degli ultimi acquisti in casa Picicca Dischi, invece, sono i Gatti Mezzi, il divertentissimo duo jazz/cantautoriale pisano che ha pubblicato per l’etichetta di Brunori S.a.s. e compagni (leggi il report del Live di Berlino) l’ultimo disco: “Vestiti Leggeri”. Irriverenti e briosi, Francesco Bottai e Tommaso Novi non hanno peli sulla lingua, regalano momenti di puro teatro oltre che di musica di grande qualità.

I Cani, L’orso, I Gatti Mezzi: La fattoria de L’indie
I Cani, L’orso, I Gatti Mezzi: La fattoria de L’indie

Vecchia conoscenza di melty, L’orso(qui la recensione dell’album) è diventato in poco tempo una delle band di punta di casa Garrincha: un elettro-pop piacevole e spensierato, specchio di un progetto genuino che sta conquistando sempre più consensi. Per concludere in bellezza la nostra playlist ci mancano altre otto zampe, quattro per ogni gruppo: Capra (To Lose La Track) è il progetto solista appena inaugurato da Gabriele Malavasi dei Gazebo Penguins (già noto ai fan della band come “Capra”). Il primo estratto “MLVGRL” è una canzone di grandissimo impatto, perfettamente in linea con lo stile del suo gruppo, una delle rock band d’Italia migliori del momento. I C’Mon Tigre, infine, (al momento non legati a un’etichetta specifica) sono una delle rivelazione dell’ultimo anno: il loro eponimo album è un crogiuolo di culture, influenze e generi musicali (i Beirut e l’Africa del Nord su tutti). Ascoltare per credere.

Segui tutte le novità del mondo indie italiano sulla pagina facebook "Sei tutto l'indie di cui ho bisogno" e su "L'indice di melty"

I cani - corso trieste
I Gatti mezzi - furio su na rota
l'orso - come uno shoegazer

Capra - MLVGRL
C'mon tigre - Federation Tunisienne de Football
Crediti: Youtube, web