How I Met Your Mother 9: Italia1 censura la battuta su Silvio Berlusconi

Censura!
Ecrit par

Italia1 ha censurato la battuta su Silvio Berlusconi pronunciata da Marshall in un episodio dell'ottava stagione di "How I Met Your Mother". Di più su melty.it.

Nulla di nuovo, in realtà, ma si tratta di quei sempreverde ai quali abituarsi risulta quantomeno difficile: parliamo di Italia1, canale televisivo italiano che sovente censura molteplici programmi televisivi (anime e cartoni animati in primis) al fine di tutelare gli spettatori (ai quali, però, vengono tranquillamente proposti format opinabili come il fu Lucignolo). Il canale Mediaset trasmette da tempo in chiaro How I Met Your Mother (qui la recente intervista a Cristin Milioti), in onda dal lunedì al venerdì alle ore 17: 05. Ebbene, la fantomatica battuta su Silvio Berlusconi di Marshall, pronunciata nell'episodio "Something old" della scorsa stagione, l'ottava, è stata immancabilmente censurata ed edulcorata.

Altri articoli su How I Met Your Mother 9How I Met Your Mother 9: "How Your Mother Met Me", La Madre fa breccia nei cuori dei fanHow I Met Your Mother 9: Tutto sui protagonisti dello spinoff How I Met Your DadHow I Met Your Mother 9: Intervista agli autori, novità sul finale di stagione e omaggi a Star WarsHow I Met Your Mother 9: Intervista a Cristin Milioti tra sitcom, cinema e Leonardo DiCaprio

La gag dell'avvocato di How I Met Your Mother, all'epoca in procinto di trasferirsi in Italia assieme alla moglieLily (interpretata da Alyson Hannigan, scoppiata a piangere durante un'intervista all'idea di non lavorare più con Segel), era la seguente: "Ted, l'Italia non necessita di una cosa rugosa, rossa, logora e che puzza di alcol e droga: hanno già l'ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi! " Nella versione italiana, invece, i doppiatori hanno optato per un ben più leggero "L'Italia già ha abbastanza problemi con chi governa il Paese". Premettendo che non è certo compito di chi attua il doppiaggio scrivere le sceneggiature, e che quindi i doppiatori in sé, con ogni probabilità, non c'entrano un bel nulla, i fantomatici censori Mediaset dovrebbero, ogni tanto, fare maggiormente buon viso a cattivo gioco e, soprattutto, non dimenticare mai quanto il furore virale conseguente da parte degli spettatori possa essere, a livello di pubblicizzazione, di portata ancora maggiore.

Crediti: lancioo, Archivio web, CBS