House of Cards: Kevin Spacey e Robin Wright vincitori agli Emmy 2015?

I due attori riusciranno a vincere un Emmy?
Ecrit par

House of Cards potrebbe recitare la parte de leone agli Emmy 2015 soprattutto grazie ai suoi protagonisti Kevin Spacey e Robin Wright. Riusciranno a vincere un premio?

Gli Emmy Awards 2015 sono ormai alle porte con la cerimonia di premiazione che arriverà dopo domenica 20 settembre. C'è grande attesa per scoprire quali saranno i vincitori nella categorie principali con House of Cards che, per l'ennesima volta, reciterà il ruolo da protagonista nella cerimonia. Le candidature per la serie di Beau Willimon sono ancora una volta parecchio luminose, con le tre principali a svettare su tutto e tutti e a catalizzare pesantemente l'attenzione. Oltre a quella prestigiosissima della Miglior Serie Drama anche Kevin Spacey e Robin Wright sono stati ancora una volta nominati nelle loro categorie di appartenenza, Miglior Attore protagonista e Miglior Attrice protagonista in una serie drama. Un risultato già di per se importantissimo per i due coniugi Underwood, che hanno costruito sul piccolo schermo un'alchimia tra le più significative e apprezzate nel panorama mondiale. Merito di due attori di assoluto livello e di comprovata esperienza, capaci di portare la loro bravura e la loro “forza cinematografica” nel mondo delle serie tv. Anche quando la trama di House of Cards stenta e si inceppa basta ricercare i loro volti e sentire i loro discorsi per capire di essere comunque davanti ad una serie di assoluto livello. Riusciranno i due a portarsi a casa l'ambito premio?

House of Cards: Kevin Spacey e Robin Wright vincitori agli Emmy 2015?

É innegabile quanto House of Cards possa brandire con estrema forza tutta la sua qualità grazie ai suoi attori. Raramente si è visto un prodotto capace di avere dalla sua una sfilza di interpreti tutti validi e di altissimo livello. Nell'ultima stagione Spacey e Wright sono stati più che mai il motore dell'intera vicenda, modificando apertamente gli equilibri e sorprendendo ancora più che in passato. Non sarebbe strano se si decidesse di premiarli entrambi con i due premi come migliori attori protagonisti. House of Cards 3 ha infatti costruito tutta la sua fortuna sul rapporto in crisi tra i due coniugi che, mai come prima d'ora, sono riusciti a spingere il loro livello recitativo ancora più in alto. Soprattutto Robin Wright meriterebbe un premio incredibile per un'interpretazione davvero magistrale e di assoluto livello, non costruita su azioni eclatanti come quella di Spacey, ma su quei silenzi e quegli sguardi che, dopo tre anni, meriterebbero più di un riconoscimento. Per i due pezzi da 90 di questi ultimi tre anni televisivi la vittoria non sarà certo facile, con una serie di agguerriti rivali pronti a trionfare sia in una che nell'altra categoria.

House of Cards: Kevin Spacey e Robin Wright vincitori agli Emmy 2015?

Per entrambi spuntarla potrebbe essere davvero complesso. Spacey, pur liberatosi di un osso duro come Bryan Cranston da Breaking Bad, si troverà una sequela di pezzi da novanta pronti a tirare fuori il meglio per batterlo. Le sue possibilità sono comunque importanti e da non sottovalutare ma bisognerà vedere verso quali lidi ci si spingerà e chi si sceglierà di premiare. Mad Men è giunto dopo tante stagioni di successo alla sua conclusione e Jon Hamm potrebbe ricevere il suo ultimo premio come grande omaggio per il suo indimenticabile Don Draper. Jeff Daniels continua ad essere una garanzia, mentre Bob Odenkirk potrebbe vincere come sorpresa dell'anno per la sua magistrale interpretazione in Better Call Saul. Badate bene, Frank Underwood non è però uno da sottovalutare e il suo carisma potrebbe davvero premiarlo. Anche Robin Wright si troverà ad affrontare delle avversarie parecchio agguerrite, a cominciare da Tatiana Maslany e i suoi ruoli infiniti in Orphan Black, passando per Viola Davis fino ad arrivare ad Elisabeth Moss per Mad Men. Anche qui le opportunità per la bella e algida Claire sono numerose. La sua interpretazione in House of Cards 3 ci è piaciuta tantissimo, con la Wright mai così in stato di grazia dall'inizio della serie, ma il suo è un compito forse ancora più difficile di quello del collega. Staremo a vedere.

Crediti: Archivio web, netflix