Home Festival 2014: Clementino, il rap partenopeo accende Treviso (foto)

il live di Clementino!
Ecrit par

Clementino, all'anagrafe Clemente Maccaro, è uno dei rapper del momento. Ieri sera ha fatto tappa all'Home Festival di Treviso con il suo Mea Culpa Summer Tour per un live esplosivo.

Continuano i live dell'Home Festival 2014, continuano i tanti nuovi artisti da scoprire. Durante la seconda serata, infiamma gli animi dei presenti il rapper di Nola. Clementino si appresta a terminare il Mea Culpa Summer Tour e prepara le valigie per partecipare al reality show Pechino Express, insieme al fratello Paolo Maccaro. Classe 1982, il rapper campano stupisce per la sua capacità di coinvolgere il pubblico. Assistere a un suo concerto è prima di tutto un divertimento. Clementino e la sua “gang di fratelli” sono animali da palcoscenico. Esibirsi è per loro una gioia e lo trasmettono ai presenti. I tanti fan che sono accorsi per vederlo, nella seconda giornata dell'Home Festival 2014, non si possono di certo lamentare per non essere stati coinvolti dal loro beniamino, che non smette mai di esortarli: “Su le mani guaglio'! Su le mani, oh su le mani ma che siete tutti figli a' Umberto Bossi qui? ”

Altri articoli su Home Festival 2014Clementino: Mea Culpa Summer Tour 2014, la conferma del successoHome Festival 2014: I Bluvertigo live infiammano la prima serata (foto)Home Festival 2014: Maria Antonietta, lady "indie rock"Home Festival 2014: Il live degli Afterhours, l'intimità di un concerto rock (foto)

Home Festival 2014: Clementino, il rap partenopeo accende Treviso (foto) - photo
Home Festival 2014: Clementino, il rap partenopeo accende Treviso (foto) - photo

La performance dal Main Stage Rizla + si svolge tutta in pieno stile Clementino. Beats, rime e freestyle si alternano ai brani dell'ultimo album Mea Culpa, per una scaletta ricchissima. “Il rapper più potente del Sud”, come lo definisce l'amico che lo accompagna con voce e basi sul palco, mentre Clementino ironizza con – e contro – i tanti rapper saliti velocemente in cima alle classifiche e diventati molto in voga sui principali media. “Anche oggi che l'hip hop è arrivato sulle radio, per aver il flou ci vogliono anni”, e ancora “per vedere l'underground basta scendere le scale di casa, perchè siamo in Italia”. La musica serve per trasmettere e comunicare, questo Clementino lo sa benissimo e con una vena di giusta rabbia e tristezza dedica La luce a Davide Bifolco, 17enne del Traiano di Napoli, ucciso da un colpo di pistola sparato da un carabiniere perché non si è fermato ad un posto di blocco.

Per congedare i tanti fan partono poi i beats di O' Vient. L'aria che si respira tra il pubblico è ricca di energia ed emozione: Treviso, una delle città simbolo del profondo Nord padano è la location dell'Home Festival, evento musicale alternativo di fine estate. Tantissimi ragazzi da tutta Italia sono qui e la fusione d'inflessioni con le quali ognuno prova a cantare a ritmo il ritornello “me sient’ song a voc e chi n’ten nient, mentre parton’ e bastimient’, ce riman’ sultant’ O’ Vient, O’ Vient” fa veramente venire i brividi. Il rapper del ghetto, apparentemente rinchiuso nel suo slang dialettale riesce con la forza e l'universalità della musica a ribaltare il ruolo assegnatoli dalla società e assolve la funzione opposta: quella d'aggregatore e punto d'incontro oltre le differenze. Il rap incanala la rabbia, la rende produttiva e fa crescere, per parafrasare lo stesso Clementino: “camminando per le vie della città, osservando poi la strada che se ne va svagando svarionando senza pensieri tu puoi guardar cadere le stelle dei desideri e cominciai a fare rap”. Prossimi impegni per la Iena White? Partenza per Pechino Express 3, noi di melty.it sappiamo ovviamente già per chi tifare!

Home Festival 2014: Clementino, il rap partenopeo accende Treviso (foto)
Crediti: Youtube, margheritamorini