Harry Potter: 'The Cursed Child' accessibile per tutti? La lettera di un fan a J. K. Rowling

Harry Potter e Albus Severus
Ecrit par

Un fan di Harry Potter ha scritto una lettera per chiedere a J. K. Rowling di rendere “Cursed Child” accessibile per tutti. Ecco le sue proposte.

Tra circa sei mesi sarà diffusa l’attesissima ottava storia del celebre mago che ha sconfitto Voldemort. Il prossimo luglio, infatti, debutterà a Londra lo spettacolo teatrale “Harry Potter and the Cursed Child” che, ambientato 19 anni dopo la Battaglia di Hogwarts, avrà come protagonisti Harry Potter e suo figlio Albus Severus. Naturalmente, trattandosi di uno spettacolo, “Cursed Child” non sarà immediatamente disponibile per tutti e – a meno che di non approfittarne per fare un bel viaggio a Londra – moltissimi appassionati dovranno aspettare la presumibile uscita del DVD, prima di poter scoprire le nuove avventure di Harry. Proprio per questo motivo, qualche mese fa, un fan della saga ha scritto una lettera per J. K. Rowling – poi pubblicata da Hypable – per chiedere alla scrittrice di rendere accessibile la nuova storia a tutti. “Lei ha già fatto un lavoro incredibile scrivendo le storie su Harry e i suoi mentori (come Sirius, Hagrid o Silente), quindi siamo sicuri che le vicende di Albus Severus cattureranno lo spirito di quelle originali. E, come dice anche la pubblicità, si tratta dell’ottava storia. Questo è davvero incredibile. Dopo tutto questo tempo… un’ottava storia!”, ha scritto il fan.

“Però, c’è un grosso problema da affrontare: a differenza delle altre sette storie precedenti, The Cursed Child non sarà disponibile per tutti fin dall’inizio, e questo non è nello spirito di Harry Potter”. L’appassionato di Harry Potter ha poi spiegato come gli altri prodotti della saga (libri, film, materiale online e così via) sono accessibili a tutti, senza dover incorrere in grosse spese. “Vedere “Cursed Child” costa almeno quanto comprare due nuovi libri di Harry Potter, e questo soltanto se hai la fortuna di abitare vicino al teatro. Se, invece, devi arrivare a Londra con il treno, vedere lo spettacolo potrebbe costare il prezzo di tre o quattro nuovi libri di Harry Potter. Questo può essere fattibile per coloro che vivono nel Regno Unito, ovvero lo 0,89% della popolazione mondiale. Ma che cosa possono fare il 99,11% del resto di noi?” Per il fan, per quanto i biglietti per “Cursed Child” abbiano un costo abbastanza accessibile, il fatto che per il momento lo spettacolo sarà disponibile soltanto a Londra rende la nuova storia fuori dalla portata di moltissime persone.

Harry, Hermione e Ron in The Cursed Child
Harry, Hermione e Ron in The Cursed Child

L’autore della lettera, così, ha proposto due possibili soluzioni: mandare in onda un live nei cinema di tutto il mondo oppure diffondere lo script dello spettacolo in versione cartacea. ““Aspettate un paio di anni e vi farò avere il libro”, potresti dire. Mi dispiace, ma non possiamo aspettare. Le storie e il fandom di Harry sono sempre state eccezionali, quindi “Cursed Child – l’ottava storia – non dovrebbe essere diversa. […] Non possiamo aspettare uno, due o tre anni, perché l’ottava storia venga diffusa in tutto il mondo, mentre viene presentata ogni sera in un posto che non possiamo raggiungere perché troppo lontano da casa. Non è così che ragionano i fan. Non fa parte di noi. Non riusciremo a resistere a trovare una risposta, e magari a procurarci la storia in un modo che lei non apprezzerebbe”, conclude il fan nella lettera, che potete leggere in versione integrale e in lingua originale a questo LINK.

Crediti: Pottermore, Warner Bros, Harry Potter