GTA 5: Daz Dillinger vs Rockstar Games, è polemica

GTA 5, è polemica con Daz Dillinge
Ecrit par

GTA 5 prosegue la sua corsa verso il successo, ma qualcuno pare non aver gradito il gioco Rockstar. Il rapper Daz Dillinger lamenta un utilizzo improprio dei suoi brani e chiede il ritiro del titolo dal mercato. Leggi di più su melty.it.

GTA 5 è, come saprete, un successo senza precedenti. Il gioco di Rocksar Games ha intrapreso, fin dal suo debutto sul mercato lo scorso 17 settembre, una furiosa cavalcata verso il record a tutti i costi, toccando vette fino a poco tempo fa inimmaginabili per un 'semplice' videogioco. Un successo che ha portato GTA 5 a battere 7 record nel Guinness dei Primati, per la gioia degli sviluppatori e, soprattutto, dei videogiocatori di tutto il mondo. Eppure qualcuno non pare essere altrettanto entusiasta dei riconoscimenti che GTA 5 sta macinando a ruota libera. Parliamo del rapper americano Daz Dillinger, che si è pesantemente scagliato contro il gioco made in Rockstar Games per incomprensioni legate ai diritti d'autore.

Secondo il magazine TMZ, infatti, Daz Dillinger ha accusato Rockstar Games di aver utilizzato nella colonna sonora di Grand Theft Auto V due suoi brani, 'C-Walk' e 'Nothin' But the Cavi Hit', senza aver raggiunto un accordo per la licenza sui diritti d'autore. La colonna sonora di GTA 5, disponibile anche su iTunes, prevedeva fin dall'inizio alcuni pezzi del cantante, ma lo stesso rapper aveva poi rifiutato sul finire dei lavori l'accordo con gli sviluppatori di New York, stimato per 4.271 dollari per entrambe le canzoni, definendo l'offerta "offensivamente bassa". Non solo, Daz Dillinger ha addirittura richiesto il ritiro del gioco dal mercato, appellandosi alla procedura 'cease and desist', che prevede il richiamo e la distruzione di tutte le copie invendute del gioco. A patto che queste esistano, se è vero che GTA 5 ha fatturato un miliardo di dollari in soli tre giorni di commercializzazione. Insomma, se il rapper Eminem pare entusiasta di aver prestato la sua voce per Call of Duty Ghosts, il (non tanto) buon Daz è di tutt'altro avviso.

Crediti: Youtube, Google images, Rockstar Games