Governo Renzi: Diretta streaming della direzione nazionale del Pd

Matteo Renzi, sindaco di Firenze
Ecrit par

La resa dei conti è arrivata. Lo scontro Renzi-Letta potrebbe arrivare ad una conclusione alle 15 con la direzione nazionale del Partito Democratico. Il link per la diretta streaming su melty.it.

Conclusione

Ore 15.57: "Non possiamo più vivere - conclude il Segretario - in questa situazione di incertezza. Siamo a un bivio. Dobbiamo essere consapevoli delle nostre responsabilità. Ringraziare chi ha lavorato per questo anno. Se l'Italia chiede un cambiamento. O questo cambiamento lo esprime il Pd o non lo farà nessuno

Obiettivo 2018

Ore 15.54: "Vogliamo proseguire per i prossimi 4 anni con un progetto di riforme reali. L'unica soluzione che ci possiamo permettere con i numeri che abbiamo oggi in Parlamento".

Ore 15.51: "La scelta di un nuovo governo - continua Matteo Renzi - è una scelta rischiosa, difficile, perché questo parlamento ha mostrato dei limiti. Ma può avere un senso se si ha la franchezza di dire - spiega - che l'obiettivo è il 2018 e che nel mezzo c'è una riforma elettorale e costituzionale".

Responsabilità

Ore 15.48: "Dobbiamo prenderci - prosegue Renzi - la responsabilità di ciò che sta accadendo. Non vogliamo più vedere in Parlamento le scene degli ultimi giorni. Non dobbiamo permettere il logoramento delle istituzioni"

Cambiamento radicale

Ore 15.46: "Questo parlamento - afferma Renzi - ha mostrato dei limiti evidenti. La situazione richiede la forze di un cambiamento radicale".

Obiettivo Elezioni

Ore 15.42: Renzi spiega il documento: "Il Governo sta vivendo una fase di difficoltà. Dobbiamo prenderci le nostre responsabilità. Il nostro obiettivo rimane comunque arrivare alle elezioni

Il documento della Direzione: Nuova fase per l'esecutivo Ore 15.40: Il documento: "La direzione del Pd ringrazia il presidente del consiglio Letta. Rileva la necessità e l'urgenza di aprire una fase nuova con un esecutivo nuovo che si ponga obiettivo di legislatura". Nessun attacco al Governo

Continua il segretario. "La redazione di oggi non sarà un processo al Governo. Bisogna capire se siamo o meno in condizioni di aprire una pagina nuova".

La proposta per il Paese

Ore 15.37: Matteo Renzi prende la parola: "Ci sono dei momenti in cui chi ci guida una comunità e un partito è chiamato a nascondersi e ad ascoltare e in altri è chiamato a un duplice impegno. Franchezza e trasparenza totale e indicazione di una strada. Non deve mancare la trasparenza totale. Non ci saranno effetti speciali nella relazioni di oggi, ma la constatazione di un dato di fatto".

Inizia la conferenza

Arriva Renzi al tavolo

Prime indiscrezioni

Ore 15.22: Secondo quanto scrive il Financial Times Letta avrebbe annullato la sua visita in Gran Bretagna. Segno di dimissioni vicine?

Ritardo

Ore 15.20: Mentre il ritardo è già di 20 minuti si scatenano gli utenti su Twitter con il trending topic #direzionePD

Attesa febbrile

Ore 15.08: I primi componenti del Partito Democratico si affacciano nella sala conferenze in cui, tra poco, dovrebbe arrivare Matteo Renzi

Dopo la conferenza stampa del premier Enrico Letta di ieri sera è attesa per oggi la dura risposta del segretario del Partito Democratico Matteo Renzi. Occhi puntati sulla direzione nazionale del partito oggi alle 15, con "rottamatore” pronto a fare chiarezza su quanto successo negli ultimi giorni: “Leggo tante ricostruzioni sul Governo – ha scritto ieri su Twitter - Quello che devo dire, lo dirò domani in direzione. In streaming, a viso aperto”. Una risoluzione pacifica appare ad ora quasi impossibile visto quanto affermato da Letta: “Le dimissioni - ha detto - non si danno per dicerie, manovre di palazzo, o retroscena di giornali. Ognuno deve pronunciarsi, soprattutto chi vuole venire qui al posto mio. Ognuno deve giocare a carte scoperte. Le sedi appropriate sono i partiti politici, che esprimono i gruppi parlamentari, che esprimono i voti di fiducia. Questo vuol dire che ognuno deve assumersi le sue responsabilità, a partire dal mio partito e dal mio segretario”.

Questa mattina una delegazione del partito si sarebbe recata a Palazzo Chigi per convincere Letta a mettersi da parte nel modo più indolore possibile. Al premier sarebbe stato offerto un posto come Ministro per l'Economia del futuro Governo, ma il rifiuto sarebbe stato assolutamente categorico. Muro contro muro tra i due, quindi, con il premier seriamente intenzionato ad andare avanti. Ne è chiara testimonianza il nuovo patto di coalizione a lunga scadenza “Impegno Italia” per rilanciare l'azione di Governo. Ma la situazione in seno alla coalizione non sembra essere delle migliori. A confermarlo Giuseppe Civati su Repubblica: “Ci sono ministri del governo Letta – ha raccontato - che preparano il governo Renzi, credo che sia un momento di grande confusione. Nei confronti di Letta il Pd dovrebbe essere più leale e generoso. La direzione rischia di trasformarsi in un western”. Conferme che arrivano anche da Angelino Alfano: “Enrico si è sconfitto da solo. Qualunque cosa dica oggi sarà comunque troppo tardi, il Pd è tutto con Matteo Renzi, è un dato di fatto”.

Ieri avevamo presentato le opinioni delle maggiori firme giornalistiche italiane sul Governo Renzi e un Matteo Renzi premier a giorni, oggi si rincorrono sul web le notizie sul futuro prossimo del Paese. Su Twitter #Letta e #Renzi sono i due trending topic di giornata, insieme a #lettastaisereno, riprendendo la frase pronunciata dal sindaco di Firenze durante la trasmissione “Le invasioni Barbariche” di Daria Bignardi. Manca davvero poco e forse scriveremo la parola fine a questa vicenda. Ecco il link per la diretta streaming sul sito del Partito Democratico.

>>> Guarda la direzione nazionale del Partito Democratico in diretta streaming

Crediti: Youdem, Archivio web, wikipedia.org, Google images, Archvio web