Gomorra La serie su Rai3: Le dichiarazioni di D'Amore, Calzone e Esposito 

Gomorra La Serie | Rai3 | Dichiarazioni
Ecrit par

Gomorra - La serie andrà in onda dal 10 gennaio 2015 su RaiTre. Gli attori protagonisti del serial si sono detti contenti di poter approdare nella tv del servizio pubblico. Leggi le loro dichiarazioni.

Dopo lo straordinario successo mondiale incassato da Sky Atlantic e Cattleya, Gomorra - La serie si prepara a fare il grande salto nella tv nazionale. Salutate le frequenze satellitare, il serial tratto dal libro di Roberto Saviano andrà in onda a partire dal 10 gennaio 2015 su RaiTre, subito dopo Che Tempo che Fa e con ben due episodi per settimana. L'annuncio è partito nei giorni scorsi dalla viva voce del direttore di rete Andrea Vianello che, così facendo, ha smentito le forti dichiarazioni fatte mesi fa dai piani alti della Rai che si dissero piuttosto contrariati dalla messa in onda di serie tv con "malavitosi ritratti come protagonisti positivi". Gli stessi attori di Gomorra - La serie si sono detti stupiti ma contenti di questo cambio di rotta. Marco D'Amore commenta la faccenda facendo una citazione colta: "Gomorra programmato in Rai? Si sono ravveduti. Per citare Sorrentino ne 'Le conseguenze dell'amore', non bisogna smettere mai di aver fiducia negli uomini... Importante è stata la scelta della rete e del contenitore di qualità. Sarà ora a tutti chiaro lo spirito dell'operazione".

Gomorra La serie su Rai3: Le dichiarazioni di D'Amore, Calzone e Esposito 

Stupore e felicità anche per la protagonista femminile di Gomorra - la Serie, Maria Pia Calzone: "Sono contenta che le persone che non hanno la tv a pagamento possano vedere la serie perchè ogni puntata sarà contestualizzata e introdotta al pubblico. Assurdo che qualcuno abbia pensato che Gomorra nuocesse all'immagine di Napoli, mi sembra che la città si stia anche rilanciando turisticamente, lo ha ricordato il sindaco de Magistris, quindi non credo proprio che ci sia stato un danno di immagine". Una chiosa è partita anche da Salvatore Esposito: "Una grande soddisfazione: dopo tante critiche ingiuste, la Rai non poteva ignorare questo successo".

E la seconda stagione? Purtroppo ancora nulla è pronto ma lo stesso D'Amore ci anticipa che smetteranno di esistere i vari intercalari diventati dei veri e propri tormentoni: "Quelle battute non le faremo più perché sono diventate troppo popolari. Ci fa piacere che frasi come 'stai senza pensieri' siano entrate nei modi di dire, che nulla hanno più a che fare con lo slang criminale".

Crediti: Sky Italia, Archivio web