Gomorra 2: Scianel, il vibratore e le inutili polemiche

Scianel con il suo discusso vibratore
Ecrit par

Continuano le polemiche su Gomorra – La Serie, questa volta dirette alla discussa scena di Scianel con il vibratore. Scopri perché sono critiche ingiuste.

Sarà il gran successo, sarà per la natura di un prodotto che in pochi riescono a capire davvero, ma Gomorra – La Serie continua ad essere sottoposta a pesanti critiche e polemiche. Quelle riguardanti il rischio emulazione continuano a far parte del ciclo continuo di un dibattito che non avrà mai fine. Si continua a dire che la serie, con la sua spettacolarizzazione, spinge i ragazzi a delinquere, portandoli ad emulare dei falsi miti; si continua a raccontare di un prodotto che da un'immagine sbagliata e lontana dalla realtà del territorio. Più volte abbiamo approfondito l'argomento e il punto di vista errato verso il quale si dirigono queste critiche, ma questa volta si è ampiamente superato il limite. Ad essere nell'occhio del ciclone è una scena dell'episodio 9 della seconda stagione, quella in cui Scianel, il nuovo boss interpretato da Cristina Donadio, si ritrova sola in bagno a cantare una canzone usando un vibratore come microfono. Numerosi i fan che hanno bollato la sequenza come un'esplosione di cattivo gusto e volgarità, un insulto alla figura delle donne.

A farsi portatrice delle critiche è stata la cantante partenopea Cinzia Oscar, autrice della canzone cantata dal personaggio nella scena incriminata, “Nun so' na bambola”. L'interprete, oltre che lamentarsi per non essere stata pagata per l'utilizzo del brano – il compenso è andato ai due autori – si è scagliata contro la natura stessa della scena. “Hanno totalmente tralasciato la mia immagine e della canzone stessa, disinteressandosi , senza tutelarla e tutelarmi – ha scritto su Facebook - Mai avrei immaginato di fare da sottofondo musicale a una scena, a mio parere, volgare in netta contrapposizione col significato della canzone. Non avrei mai acconsentito ad una cosa del genere. Gomorra continua ad essere una serie distruttiva per Napoli e anche per chi viene coinvolto, in questo caso, io”. Ancora una volta siamo convinti che non si sia centrato del tutto il punto. Legittimo lamentarsi per non aver saputo prima a quale momento sarebbe stata associata la canzone, ma definire quel momento come dannoso per l'immagine delle donne è una vera e propria esagerazione.

A non essere compreso è il messaggio di fondo del comportamento di Scianel e il contesto nel quale il tutto è stato inserito. La scena, oltre ad avere una forza visiva straordinaria è chiara esemplificazione visiva di un personaggio complesso come quello di Cristina Donadio. Il suo è un atto puro di libertà, una libera espressione sessuale del quale nessuno dovrebbe scandalizzarsi. La canzone e il vibratore “con le ali” sono elementi perfettamente intonati con tutto quello che questa serie ci ha sempre mostrato sui boss e sulle loro eccentriche e opulente abitudini di vita. Prestare attenzione a ciò che viene proposto in Gomorra è fondamentale per comprenderne il messaggio di fondo. Solo poche sequenze prima Scianel era stata protagonista di un monologo con la nuora Marinella: “La vuoi sapere la verità, piccola? Le donne non sono fatte per fare le mogli. È un mestiere molto difficile, ma fanno in modo che impariamo. Che credi, non sarebbe piaciuto anche a me avere una vita mia, farmi i cxxxi miei? Io sono sempre stata una donna libera ma a forza di botte in testa mi hanno fatto abbassare le ali. Alla fine sono stata una brava moglie e una buona madre. Puoi imparare anche tu. Marinè, c’è solo un modo per una donna di essere libera: non deve avere alcun marito”. Basterebbe questo per capire le reali motivazioni di un personaggio molto più complesso di quello che molti hanno voluto vedere. Il vibratore è stata una pura metafora narrativa, un espediente per raccontare qualcos'altro, per spiegarci una donna che non potevamo vedere solo dal punto di vista del male. Perché fermarsi alle apparenze quando finalmente abbiamo una serie italiana che ci spinge a scendere più a fondo? Non lo capiremo mai.

Manuel Lai

Clicca mi piace sulla pagina Facebook Gomorra - La Serie Italian Fan

Crediti: Archivio web, Sky Atlantic