Giro d'Italia 2015: 8a tappa a Intxausti, Contador soffia 2'' ad Aru, la classifica

La vittoria di Intxausti sul traguardo di Campitello matese
Ecrit par

Nell'8a tappa del Giro d'Italia con arrivo a Campitello Matese vince Benat Intxausti dopo una lunga fuga. Contador difende la Maglia Rosa e guadagna due secondi su Aru e gli altri. La classifica generale del 16 maggio.

Per la terza volta in questo Giro d'Italia 2015 una fuga va a buon fine e stavolta è Benat Intxausti a vincere sul prestigioso traguardo di Campitello Matese (qui il percorso della 8a tappa). Il ciclista della Movistar conquista la sua seconda tappa in un Giro (vittoria a Ivrea nel 2013 e Maglia Rosa per un giorno) e lo fa grazie a uno scatto sull'ascesa finale. Il tempismo giusto per staccare il compagno di fuga Reichenbach ed evitare il ritorno del gruppo Maglia Rosa. Lo stesso tempismo con cui Contador ha beffato Aru sul traguardo volante di Sora, soffiando così due secondi ad Aru e a tutti gli altri big grazie all'abbuono. Il ciclista sardo ha dato via alla bagarre a cinque km dal traguardo. Allo scatto hanno risposto in tre: Contador, Porte e Uran. Il colombiano oggi è sembrato in miglioramento dopo le prime difficili giornate e chissà se sulle grandi salite non possa dire di nuovo la sua. Insieme ai tre anche Mikel Landa, compagno di squadra di Aru e specialista in salita. Il ciclista dell'Astana è scattato in solitaria a poco più di quattro km dall'arrivo e nessuno dei big lo ha seguito. Lo spagnolo tuttavia non è riuscito a riacciuffare Intxausti, giungendo secondo. Se l'Astana voleva mettere pressione ad Alberto Contador per le prossime tappe ci è riuscita. Landa infatti grazie al distacco e all'abbuono è ora quinto nella generale a 42'' da Contador e quarto c'è Dario Cataldo a soli 30''.

Giro d'Italia 2015: 8a tappa a Intxausti, Contador soffia 2'' ad Aru, la classifica

Insomma il Pistolero dovrà difendersi da più uomini dell'Astana nelle prossime tappe e non è la condizione migliore per chi vuole vincere il Giro. La condizione fisica a 48 ore dalla caduta migliorano, sebbene come ha confermato ai microfoni di Rai Sport, la posizione sulla bicicletta non è naturale a causa del dolore alla spalla. La classifica della 8/a tappa - Fiuggi-Campitello Matese: 1 - Benat Intxausti (ESP-Movistar) 2 - Mikel Landa (ESP-Astana) a 20'' 3 - Sebastien Reichenbach (SUI-IAM) a 31'' 4 - Fabio Aru (ITA-Astana) a 35'' 5 - Alberto Contador (ESP-Tinkoff) a 35'' 6 - Richie Porte (AUS-Sky) a 35'' 7 - Rigoberto Uran (COL-Etixx) a 35'' 8 - Dario Cataldo (ITA-Astana) a 35'' 9 - Damiano Cunego (ITA-Nippo) a 45'' 10 - Damiano Caruso (ITA-BMC) a 45''. La classifica generale: 1 - Alberto Contador (ESP-Tinkoff) 2 - Fabio Aru (ITA-Astana) a 4'' 3 - Richie Porte (AUS-Sky) a 22'' 4 - Dario Cataldo (ITA-Astana) a 30'' 5 - Mikel Landa (ESP-Astana) a 42'' 6 - Roman Kreuziger (CZE-Tinkoff) a 1'00'' 7 - Giovanni Visconti (ITA-Movistar) a 1'16'' 8 - Rigoberto Uran (COL-Etixx) a 1'24'' 9 - Damiano Caruso (ITA-BMC) a 1'34'' 10 - Andrey Amador (CRC-Movistar) a 1'38''.

Crediti: melty, web