Giro d'Italia 2014: Quintana Maglia Rosa 2014

Quintana sul tetto del Giro
Ecrit par

Un colombiano sul tetto d'Italia. Il vincitore del 97° Giro d'Italia è il colombiano Nairo Quintana, incoronato re della grande corsa a tappe italiana. Terzo assoluto il nostro Fabio Aru. Vincitore dell'ultima tappa è stato invece Luca Mezgek. Scopri di più su melty.it

Per la prima volta nella storia del Giro d'Italia un colombiano è riuscito a conquistare la vetta. Stiamo parlando di Nairo Quintana, vincitore della 16^ tappa, corridore classe 1990 del team Movistar. L'ultima tappa del giro, 172 Km con partenza da Gemona e arrivo finale a Trieste è stata invece vinta dallo sloveno Luka Mezgek, che allo sprint finale ha bruciato i compagni di volata Nizzolo, Farrar, Bouhanni e Ferrari. Una grande soddisfazione per il corridore che aveva lanciato le volate del vincitore dei primi due sprint del giro, Martin Kittel. Dietro di lui si sono piazzati i più importanti velocisti di questa edizione. Delusione per il francese Bouhanni, che qui cercava la quarta vittoria in questo più che positivo Giro. Queste le prime dieci posizioni all'arrivo di Trieste: 1. Luka Mezgec (Slo, Giant) ; 2. Nizzolo; 3. Farrar (Usa); 4. Bouhanni (Fra); 5. Ferrari; 6. Duque (Col); 7. Paolini; 8. Van Der Sande (Bel); 9. Bozic (Rus); 10. Keisse (Bel).

Ma l'ultima tappa a Trieste con l'arrivo in Piazza Unita d'Italia è stata l'ultima celebrazione per Quintana e la sua incredibile vittoria. Erano in pochi ad aspettarsi un suo trionfo, ma il giovanissimo colombiano non ha deluso le aspettative e ha mostrato talento e gamba incredibili. Due colombiani sul tetto del Giro, come mai era accaduto prima d'ora. Dietro il vincitore, a 3'07'' si è piazzato Rigoberto Uran, che dopo il 2013 conclude la corsa ancora la secondo posto. Terzo il nuovo talento del ciclismo italiano, Fabio Aru, secondo nella cronoscalata del Grappa e sul gradino più basso del podio a 4'04'' ma protagonista assoluto della gara grazie alla vittoria di Montecampione e a grandi prove sempre con i migliori. I tifosi hanno sperato sino all'ultimo di vederlo alla fine vincitore, ma l'età è comunque dalla sua parte: il 3 luglio compirà 24 anni, una carriera ancora tutta da vivere e tanti traguardi di alto livello da tagliare. Ecco la classifica generale del 97° Giro d'Italia: 1. Nairo Quintana (Col, Movistar) in 88h14'32"; 2. Uran a 2'58"; 3. Aru a 4'04"; 4. Rolland a 5'46"; 5. Pozzovivo a 6'32"; 6. Majka (Pol) a 7'04"; 7. Kelderman (Ola) a 11'00"; 8. Evans (Aus) a 11'51"; 9. Hesjedal (Can) a 13'35"; 10. Kiserlovski a 15'49" (Cro).

Con quest'ultima tappa sono state assegnate tutte le altre maglie di questo Giro 2014. La maglia rossa per la classifica a punti è stata vinta proprio da Bouhanni con 291 punti, seguito dai nostri Nizzolo a quota 265 e Ferrari a quota 186. La maglia azzurra per il miglior scalatore è stata invece consegnata ad un altro colombiano, Arredondo Moreno con 173 punti, seguito da Dario Cataldo con 132 e dallo stesso Quintana con 88. La classifica come Miglior giovane ha visto vincere la maglia bianca proprio dal giovanissimo Quintana, seguito da Fabio Aru e dal polacco Rafal Majka.

Crediti: web , ap, Ansa, gazzetta.it