Giosada: Fidanzata, amore e X Factor 9 in una nuova intervista

Giosada si è confessato in una recente intervista a Vanity Fair
Ecrit par

In una recente intervista a Vanity Fair Giosada si è confidato sul suo percorso a X Factor 9 e su questioni più private come l'amore e le sue ex fidanzate. Scopri cos'ha detto.

Più o meno una settimana fa Giosada vinceva la nona edizione di X Factor. Un trionfo importante e per certi versi sorprendente e contro ogni pronostico. La vittoria ha portato tanta popolarità al ragazzo di Bari che ora si sta preparando a proseguire i suoi progetti musicali personali e con i suoi nuovi amici, la Baell Squad composta con Davide Shorty e gli Urban Strangers. In una recente intervista a Vanity Fair Giò si è confessato a tutto tondo, raccontando parte del suo vissuto personale, della sua formazione e dei suoi amori passati, presenti e futuri, senza tralasciare il suo difficile percorso all'interno del talent Sky. Conflittuale il suo rapporto con le donne, con poche storie importanti alle spalle e tante possibilità nel futuro, più qualche ex fidanzata da dimenticare: “Mi sono innamorato qualche anno fa, ma ho preso una batosta: lei era indecisa, con l’ex ancora in ballo. Mi sembrava un comportamento “da sxxxxxa” poi, quando è successo a me di essere confuso, ho capito che può capitare di non sapere davvero che cosa si vuole. E comunque quella sofferenza è servita alla mia musica: ogni volta che devo superare una prova importante attingo a quelle emozioni, per essere più intenso. Devo stare attento a non farlo troppo però, altrimenti rischio di ricadere in quello stato di disperazione”.

Giosada: Fidanzata, amore e X Factor 9 in una nuova intervista

Una situazione sentimentale complicata da un incontro avvenuto prima dell'inizio di X Factor 9 e acuito dal ritorno della sua ex e da un misterioso incontro dopo la vittoria. In attesa di scoprire cosa succederà nella sua vita sentimentale Giò ha avuto modo di ripercorrere la sua avventura nel talent Sky, verso il quale è sempre stato piuttosto restio: “Di X Factor ho guardato solo l’ultima edizione in streaming quando ho deciso di provare, per capire di che cosa si trattava. Avevo un po’ di pregiudizio: un talent televisivo non mi sembrava nelle mie corde e nemmeno adatto al mio percorso. Lavoravo prima come facchino, poi come tecnico a montare i palchi degli altri, ma non riuscivo a mantenermi, tutto quello che guadagnavo lo spendevo per la musica. Mi ero dato un anno per riuscire a far diventare la musica il mio lavoro, e oggi il talent è forse l’unico mezzo che hai per fare quel salto. Ho partecipato con l’idea di farmi conoscere, e magari poter alzare un po’ il mio cachet per le serate”. Quello di Giò è stato un percorso da sempre contraddistinto dalla musica, grazie ad una famiglia di artisti che lo ha sempre aiutato, ma senza regalargli nulla. “Ho sempre dovuto dimostrare di meritarmi le cose, come in questa occasione. Con mio padre ci capiamo senza bisogno di farci troppi discorsi. Con mamma ho un rapporto, al contrario, di grande dialogo: è lei che mi ha insegnato a tirar fuori le cose, mettermi in discussione, pormi dubbi”. La musica dal vivo è arrivata intorno ai 20 anni, tra vari gruppi e tour in tutta Europa con le sue band, sino alla consacrazione definitiva a X Factor e a una carriera ancora tutta in pieno sviluppo.

Fonte: Vanity Fair - Crediti: Sky