Nymphomaniac, Basic Instinct, Her: I 5 migliori orgasmi al cinema

Giornata mondiale dell'orgasmo
Ecrit par

Il 31 luglio è la Giornata Mondiale dell’Orgasmo: andiamo alla scoperta dei 5 migliori orgasmi della storia del cinema.

Il 31 luglio è la Giornata Mondiale dell’Orgasmo. Tutti quanti, dunque, oggi dovremmo avere almeno un orgasmo. Tuttavia, come dice la Legge di Murphy, se una cosa può andare male, lo farà. In altre parole, il 31 luglio probabilmente in ben pochi "gioiremo" come si deve. Per rimediare, andiamo alla scoperta dei cinque migliori orgasmi della storia del cinema. Come sappiamo, sul grande schermo il sesso esplicito è arrivato tardi, molti anni dopo la nascita della settima arte. A Hollywood, fino agli anni ’60, tutto ciò che era considerato immorale o impudico veniva censurato dal Codice Hays, una serie regole adottate nel 1934 che censuravano tutti ciò che abbassasse “gli standard morali” degli spettatori. Il sesso, chiaramente, era incluso nella lista e fu il grande assente del cinema americano classico. Un pochino più di libertà c’era in Europa, dove cinema e arte sono sempre stati legati a doppio filo, così da lasciare più spazio alla rappresentazione sullo schermo degli aspetti meno politicamente corretti della vita. Tuttavia, anche nelle vecchia Europa di film con amplessi annessi se ne vedevano pochi: basti pensare che Il Decameron di Pasolini, film che voleva celebrare il sesso libero, venne processato e sequestrato.

Ad ogni modo, Il sesso - e con esso gli orgasmi – arrivarono al cinema negli anni ’70, quando in America si aprì il breve e intenso periodo di libertà della New Hollywood (da cui usciranno i vari Scorsese, Coppola, Spielberg e via dicendo) e quando in Europa la provocazione artistica si trasferì definitivamente anche al cinema. Dalla fine degli anni ’70 ad oggi, infatti, anche l’orgasmo è diventato uno dei protagonisti dei film. Non manca festival del cinema in cui non ci sia un “film scandalo” (si pensi al recente Love a Cannes, che cerca di portare il porno nel cinema tradizionale) e di recente anche il grande cinema commerciale ha cominciato ad occuparsi apertamente di sesso. Uno dei più grandi successi cinematografici dell’anno, per l’appunto, è 50 Sfumature di grigio, la cui trama è ben nota a tutti. Giunti al 2015, così, possiamo festeggiare la giornata mondiale dell’orgasmo ripercorrendo i cinque migliori orgasmi della storia del cinema recente.

5."Her" di Spike Jonze

Siamo nell'era dei social network, degli avatar e della scomparsa dei contatti umani nella vita reale. Anche il sesso, nei prossimi anni, diventerà qualcosa di digitale e impalpabile? "Her" di Spike Jonze nel 2014 regala al cinema il primo orgasmo tra un essere umano e una voce robotica.

4. "Nymphomaniac" di Lars von Trier

Se "Her" rappresenta l'orgasmo digitale dei tempi moderni, "Nymphomaniac" il porno-filosofico di Lars von Trier, mostra il lato più perverso e sadomasochistico del sesso. Charlotte Gainsbourg si fa legare e frustare ripetutamente: raggiungerà l'orgasmo solo con le botte, senza sesso. Ahia. Una delle scene più forti del cinema recente.

3. "Basic Instict" di Paul Verhoven

Come dicevano gli antici greci, "Eros & Thanatos" vanno sempre a braccetto. Quale film è riuscito a rendere questo concetto meglio di "Basic Instinct"? Nessuno! Nel thriller diventato celebre per il famigerato accavallamento di gambe di Sharon Stone, una bionda assassina uccide i propri amanti nel momento dell'orgasmo, trafiggendoli con un punteruolo da ghiaccio. La sequenza iniziale del film, in cui una patinatissima scena di sesso diventa un tripudio di sangue, è entrata nella storia.

2. "La vita di Adele" di Abdallatif Kechiche

Lo scandaloso film vincitore della Palma d'Oro a Cannes nel 2013 ha tantissimi meriti. Il maggiore, tuttavia, è quello di mostrare probabilmente le migliori scene di sesso della storia del cinema. Passione e amore (etero o omosessuale che sia) non erano mai apparsi sullo schermo con tale forza e intensità. La scena del primo rapporto tra le due protagoniste (della durata di ben 7 minuti) è quanto di più vicino al sesso reale il cinema abbia mai mostrato nei suoi 120 anni di vita.

"Harry ti presento Sally" di Rob Reiner

Purtroppo o per fortuna, l'orgasmo più celebre della storia del cinema rimane quello di "Harry ti presento Sally". La cosa paradossale è che si tratta, in tutto e per tutto, di un orgasmo simulato. Meg Ryan, nel ruolo più famoso e azzeccato della sua carriera, lascia di stucco il povero Billy Crystal, fingendo di avere un travolgente orgasmo in un affollato ristorante. Gli uomini, da quel giorno, sono un po' meno sicuri delle proprie "skills" a letto.

Crediti: web