Giorgia Pino a The Voice 2, la foto-storia

Giorgia Pino
Ecrit par

Giorgia Pino, la giovanissima cantante leccese, si è classificata quarta alla seconda edizione di The Voice. La finalista di Noemi ha vissuto un percorso in crescendo: rivivi la sua storia a The Voice su melty.it!

Timida, schiva, non molto fiduciosa nelle sue capacità: appariva così Giorgia Pino all’inizio di questo lungo percorso a The Voice of Italy che, giovedì 5 giugno, è riuscita a concludere nel migliore dei modi: da protagonista. Recentemente, su melty.it, avevamo evidenziato alcuni buoni motivi per cui Giorgia Pino avrebbe dovuto vincere The Voice, ma anche se ciò non si è realizzato poco male: anche la sua coach, Noemi, arrivò quarta alla finale di X Factor e ciò non le ha impedito di avviare una brillante carriera di lì a poco. Riviviamo adesso il percorso di Giorgia Pino, diciottenne di Casarano, in provincia di Lecce, dagli inizi della sua avventura televisiva fino ad oggi. Alle blind la sua voce venne definita strana e un po’ stonata da coach Noemi, ma proprio quell’imperfezione ha attirato la rossa di The Voice: “Io non sono un’amante delle voci cristalline però è affascinante l’errore, ti rende unica e tu secondo me sei unica". Fu con queste parole che Giorgia si convinse ad entrare nel suo team. Durante la fase delle battle, Giorgia si è scontrata con Sasha Susino sulle note di “Caffè Nero Bollente” di Fiorella Mannoia e in quell’occasione Raffaella Carrà apprezzò la grinta da leonessa delle due sfidanti, tanto da usare il suo ‘steal’ per portare l’eliminata Sasha nel suo team…

Altri articoli su The Voice 2Giacomo Voli a The Voice 2: Foto-storia del 2° classificatoFinale The Voice: Giorgia Pino, il video del duetto con NoemiSuor Cristina a The Voice 2: L'inedito "Lungo la riva" [VIDEO]

Giorgia Pino a The Voice 2, la foto-storia - photo
Giorgia Pino a The Voice 2, la foto-storia - photo
Giorgia Pino a The Voice 2, la foto-storia - photo
Giorgia Pino a The Voice 2, la foto-storia - photo

Al knock out Giorgia ha vissuto sicuramente uno dei momenti più difficili: in quell’occasione la sfida è stata contro Paola Bivona e le due cantanti portarono sul ring il proprio cavallo di battaglia. “Nuvole e lenzuola” dei Negramaro contro "It's all so quite" di Bjork. Noemi scelse Giorgia Pino per il suo timbro graffiato con un "vibrato stranissimo", nonostante l’esibizione impeccabile dell’avversaria, ed il pubblico cominciò a rumoreggiare. Giorgia però ha saputo dimostrare, puntata dopo puntata, di essersi meritata la fiducia della sua coach e al primo Live di The Voice la sua performance di "Just give me a reason" di Pink ha confermato le attese del pubblico. E’ stato da qui un crescendo: il bozzolo, come l’aveva definita Noemi durante il secondo Live, quando Giorgia ha cantato “Tutto quello che un uomo” di Sergio Cammariere, sta diventando oramai una bellissima farfalla. Alle semifinali di The Voice Noemi assegnò 55 punti a Stefano Corona e 45 a Giorgia, ma il pubblico ribaltò la situazione portandola in finale. La sua avventura a The Voice è terminata fuori dal podio, ma la sua voce ha già raccolto molti consensi e siamo sicuri che sentiremo ancora tanto parlare di lei…

Giorgia Pino a The Voice 2, la foto-storia
Crediti: Youtube, rai.tv, Archivio web, web