Giorgia: Live al Giffoni Music Concept

Giorgia al Live di Giffoni Music Concept 2014
Ecrit par

E’il turno di Giorgia sul palco del Giffoni Music Concept 2014: lo scorso 22 luglio l’artista ha conquistato lo stadio Troisi di Giffoni con la sua incredibile voce e sensualità. Leggi la recensione del concerto su melty.it!

(di gabriele naddeo) Pioggia incessante e persone strette sotto ombrelli colorati: questa l’istantanea che precede il concerto di Giorgia allo stadio Troisi del 22 Luglio al Giffoni Music Concept 2014. La sofferente e umida attesa, però, sarà ben presto premiata: Giorgia sale sul palco e la pioggia decide di dare una tregua ai fan, il concerto s’ha da fare! L’apertura della tappa giffonese del Senza paura Tour è affidata a La mia stanza e la pioggia già sembra un lontano ricordo. Giorgia è incredibilmente energica, è sensuale, è la personificazione della femminilità e cattura il pubblico in un istante. Il rapporto tra spettatori e artista è davvero piacevole: Giorgia parla molto, interagisce col suo pubblico, si diverte a leggere i cartelloni, a scherzare e a lasciarsi andare. Così a una ‘Gocce di Memoria’, piccolo momento triste e intenso, s’alterna un’ironica battuta; alla straordinaria ‘Di sole e d’azzurro’, s’insinua un racconto personale.

Come quando da sotto il palco parte un coro di ‘Oi vita, oi vita mia’ che la emoziona a tal punto da raccontare a cuore aperto di quando il nonno di Capaccio (Sa) le diceva sempre: “ Se qualcuno ti canta ‘Oi vita mia’ c’è una vera e propria connessione di cuori”. Siamo nel mezzo del concerto e Giorgia, seduta a uno sgabello, regala un medley di brani che attraversano in maniera trasversale la sua carriera: ‘Nasceremo’ , ‘ Come Thelma e Louise’ , ‘Infinite volte’ e ‘Parlo con te ’ vengono fuori come un unico flusso, riassumendo in pochi minuti circa dieci anni di carriera dell’artista. Cambio d’abito strategico, mentre la band intrattiene il pubblico con una festosa versione di Happy, il tormentone di Pharrell Williams, e Giorgia è di nuovo sul palco per stupire i propri fan.

Particolarmente significativa è la parentesi aperta dall’artista intorno all’anno 1994. “Vent’anni fa iniziava la mia carriera da cantante, ma cosa succedeva contemporaneamente nel mondo della musica? ”. E’ così, a sorpresa, Giorgia interpreta ‘Serenata Rap’ di Jovanotti, ‘Strani Amori’ di Laura Pausini e ‘The Rhythm Of The Night , inno dance di quella stagione, prima di lanciarsi in una versione completamente riarrangiata di ‘E poi’, quella canzone presentata a Sanremo Giovani, apripista dell’intera carriera dell’artista. A ‘Io fra tanti’, direttamente dall’album Senza Paura, spetta il compito di chiudere il concerto e salutare il pubblico: gli ombrelli sono chiusi da un pezzo, nessuno si ricorda più della pioggia, c’è solo quel piacere di fondo di essersi confrontati con uno ‘Spirito Libero’, ancora prima che con una grande artista.

Crediti: web , Ilaria De Sio