Giffoni 2013: "I soliti idioti" alla Monsters University (1^ giornata)

I soliti Idioti con i mostri della Pixar
Ecrit par

La 1^ giornata del Giffoni Film Festival 2013 si è aperta nel migliore dei modi, con l’ironia de "I soliti idioti" che hanno doppiato i mostri del film della Pixar, "Monsters University". Leggi di più su melty.it.

"I Soliti Idioti", al secolo Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio, hanno aperto il pomeriggio del Giffoni Film Festival nel migliore dei modi, con la comicità e l’ironia, accompagnati dai personaggi della Pixar, i mostri giganti di Monsters University. Il duo comico ha raggiunto il grande successo grazie alla sitcom su Mtv e ha poi confermato la loro fama con l’uscita di ben due film, “I Soliti Idioti” e “I Soliti Idioti 2”. I due attori hanno prestato la loro voce a Terry e Terri, le due teste che compongono il mostro Perry, tra i principali protagonisti di “Monsters University” la pellicola firmata Disney Pixar, prequel di “Monsters & CO”, presentato in anteprima italiana oggi al Giffoni Experience, e distribuito nelle sale italiane dal prossimo 21 agosto. L’anteprima, sicuramente la più attesa del Festival, racconta di quando i mostri Mike Wazowski e James P. Sullivan erano due matricole diciottenni della Monsters University con un desiderio comune: diventare i più grandi spaventatori del mondo. I due, inseguendo questo sogno, diventeranno da rivali a inseparabili amici.

Giffoni 2013: "I soliti idioti" alla Monsters University (1^ giornata) - photo
Giffoni 2013: "I soliti idioti" alla Monsters University (1^ giornata) - photo
Giffoni 2013: "I soliti idioti" alla Monsters University (1^ giornata) - photo

Dopo la visione il duo comico Mandelli-Biggio è stato letteralmente subissato dalle curiosità dei giurati: "Ora – hanno detto riferendosi alla pellicola della Disney – ci toccherà interpretare dei ruoli cattivissimi per compensare l’assoluta bontà di questi personaggi". Nel corso dell’incontro con la stampa, Biggio e Mandelli hanno anche risposto a chi ha criticato, in passato, il loro lavoro. "Lo sappiamo – hanno replicato - che nel pubblico suscitiamo o un amore spropositato o un odio atavico, l'ironia è troppo soggettiva per essere universale. Nei nostri film – hanno proseguito - abbiamo scardinato tutte le “regole” della sceneggiatura, abbiamo fatto errori, ma anche girato in assoluta libertà, producendo così una follia che però è rimasta nell'immaginario collettivo". Infine, una battuta sul futuro: "Dopo radio, cinema e tv, ci manca solo la produzione. E ci piacerebbe autoprodurci".

Giffoni 2013: "I soliti idioti" alla Monsters University (1^ giornata)
Crediti: Giffoni Film Festival 2013