Gaza: Oltre 140 morti, bus colpito a Tel Aviv, Napolitano e Hollande per la tregua

L'attentato al Bus di Tel Aviv
Ecrit par

Precipita la situazione a Gaza, dove gli ultimi bombardamenti israeliani hanno portato a 140 il numero delle vittime palestinesi. Una bomba ha colpito stamani un bus a Tel Aviv, appello congiunto di François Hollande e Giorgio Napolitano.

Oltre 140 morti, di cui 29 bambini, più di mille feriti di cui 310 in tenera età. E’ questo il momentaneo bilancio dell’operazione militare israeliana ‘Colonna di nuvola’, iniziata otto giorni fa. La nuova guerra tra Hamas e Israele, che va in scena anche su Twitter a colpi di immagini shock, è entrata in una fase cruciale. La tregua promessa non è arrivata, da Gaza continuano a piovere razzi verso le agglomerazioni israeliani e oggi Tel Aviv è stata scossa da un attentato contro un autobus, che ha provocato il ferimento di 16 persone, di cui tre in maniera grave secondo il servizio sanitario di urgenza nazionale. L’attentato è stato lodato da Hamas e rivendicato dalle Brigate al-Aqsa, ala militare della Jihad Islamica e secondo dei giornalisti presenti a Gaza la notizia è stata accolta con segni di esultanza da alcuni cittadini. Guarda su melty.it le immagini girate subito dopo l’esplosione.

Il segretario di stato americano Hillary Clinton e il segretario generale dell’Onu Ban Ki-Moon continuano a fare la spola tra Ramallah e Tel Aviv per tentare di mediare l’interruzione delle ostilità. A Parigi durante il bilaterale tra Francia e Italia i presidenti François Hollande e Giorgio Napolitano hanno pronunciato un appelllo per “il cessate il fuoco e una tregua immediata”. “La tregua è indispensabile e devono essere compiuti tutti gli sforzi necessari per ottenerla”, ha detto Hollande all’Eliseo. Tutti i capi di stato occidentali, compreso Barack Obama, hanno condannato l’attentato di Tel Aviv. Condanneranno anche i bombardamenti sulle abitazioni dei civili a Gaza?