Gaza: Israele inizia l'invasione, bombardamenti nella Striscia 

Cessata la tregua a Gaza
Ecrit par

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha annunciato l’invasione della striscia di Gaza. Sono stati eseguiti diversi colpi, e agli israeliani che abitano al confine è stato ordinato di rimanere in casa. Scopri di più su melty.it

Pochi minuti prima delle 22: 00 l’esercito israeliano ha confermato di aver iniziato l’invasione della striscia di Gaza, proprio ieri vittima di una serie di bombardamenti che hanno ucciso quattro bambini su una spiaggia. Il premier Benjamin Netanyahu, che ha ordinato alle forze armate l’invasione e l’espansione dell’operazione Margine di protezione, è stato chiaro: “Colpiremmo i tunnel che arrivano da Gaza fin dentro Israele”, gli stessi tunnel usati da Hamas, il gruppo islamista che controlla la Striscia, per compiere attacchi sul territorio israeliano. L’esercito ha inoltre ordinato agli israeliani che abitano al confine di rimanere in casa, e ai giornalisti residenti negli hotel di evacuare la zona. A Gaza è stata inoltre tagliata l’elettricità

Oltre all’invasione proveniente dalla terra, sono stati eseguiti diversi colpi di artiglieria, raid aerei e missili sparati dalla marina israeliana, divenuti sempre più intensi con il passare dei minuti, e comincia a divenire concreta l’idea di un attacco dal mare. La decisione di Israele arriva al culmine di una serie di attacchi aerei che oggi sono ripresi dopo le cinque ore di tregua garantita dall’Onu, e il numero delle vittime, in questi dieci giorni di bombardamenti, è arrivato a 230. Il portavoce militare israeliano fa sapere che gli obiettivi sono limitati, sia per quanto riguarda il tempo previsto, sia nell’entità delle forze impiegate; lo scopo principale è infatti il tunnel, luogo fondamentale per il passaggio e lo stoccaggio delle armi. Il portavoce di Hamas, Fawzi Barhoum ha definito l’invasione di Gaza stupida, e ha inoltre dichiarato che Israele pagherà a caro prezzo questa decisione. L’entità dell’invasione rimane comunque ancora poco chiara.

Crediti: web