Game of Thrones e la nuova folle teoria su Bran Stark

Bran Stark, protagonista assoluto di Game of Thrones
Ecrit par

Una nuova incredibile teoria ha fatto capolino tra i fan di Game of Thrones e riguarderebbe Bran Stark, i suoi poteri e il passato remoto di Westeros.

Il mondo delle teorie su Game of Thrones si popola ogni giorno di interessanti novità. Una di queste sta facendo in questi giorni il giro del web per la capacità di unire un vecchio pallino di numerosi fan con alcuni indizi sparsi nella serie e nei libri di Martin. La teoria in questione riguarda Brandon Stark, i suoi poteri, la sua capacità di viaggiare nel tempo e il passato lontano di Westeros e della Barriera. Ma andiamo con ordine. Questo complesso ragionamento comincia con la caduta di Bran dalla Torre di Grande Inverno e il suo periodo di convalescenza a letto, accudito dalle storie inquietanti e misteriose di Vecchia Nan, la balia di Grande Inverno, bisnonna di Hodor. Nei libri di Martin, Nan racconta al ragazzo la storia si un sovrano che, a sua insaputa, è stato costretto a mangiare una torta con all’interno i resti del figlio. Nella serie questo dettaglio non viene specificato, ma durante la terza stagione è lo stesso Bran a raccontare una storia simile a Meera e Jojen. Il fatto che Arya Stark abbia fatto più o meno la stessa cosa con Walder Frey ha alimentato le possibilità che i racconti e gli aneddoti di Vecchia Nan non siano solo delle inutili storie, ma delle reali profezie su cose che potrebbero accadere.

BRAN STARK
Game of Thrones e la nuova folle teoria su Bran Stark - photo
Game of Thrones e la nuova folle teoria su Bran Stark - photo
Game of Thrones e la nuova folle teoria su Bran Stark - photo
Game of Thrones e la nuova folle teoria su Bran Stark - photo
Game of Thrones e la nuova folle teoria su Bran Stark - photo

In uno dei suoi dialoghi con Bran, Nan ha sottolineato quanto le sue storie non siano “sue”, ma facciano parte del passato e del futuro del mondo. Questa considerazione, apparente insignificante, confermerebbe il particolare concetto di tempo all’interno di Game of Thrones: un ciclo chiuso e immutabile, dove non esistono più linee temporali, ma un solo percorso che i viaggi del tempo non fanno altro che confermare in tutta la sua fissità. In sostanza, il viaggio nel passato di Bran che ha spaventato Hodor non ha modificato gli eventi, ma era già scritto, necessario per l’Hodor del presente per salvare Bran. Messo da parte questo primo assunto, c’è poi da considerare un’altra delle caratteristiche di Vecchia Nan, sempre presente nei romanzi di Martin. Pare infatti che la donna, balia di vecchia data degli Stark, abbia conosciuto talmente tanti Brandon Stark che tutti, nella sua testa, sono riconducibili ad una sola persona. E se questo assunto, apparentemente frutto di una mente disturbata, fosse in realtà reale? E se il potere premonitore di Nan ci rivelasse qualcosa in più su Bran e sui suoi viaggi nel tempo?

Game of Thrones e la nuova folle teoria su Bran Stark

Queste considerazioni, secondo numerosi appassionati, non farebbero che confermare una teoria tra le più gettonate di sempre. Il Bran Stark del presente non sarebbe altro che il famoso Bran Il Costruttore, figura leggendaria del passato remoto dei Sette Regni: colui che ha suo tempo ha edificato la Barriera per proteggere il mondo dalle minacce del Nord. Il Bran del presente potrebbe aver usato i suoi poteri per tornare nel passato e costruire la Barriera, dando così vita al mondo come lo conosciamo oggi e alla sua famiglia: secondo questo ragionamento potrebbe essere proprio lui l’artefice del mondo per come lo conosciamo oggi. Se tutto questo fosse vero, Bran sarebbe a tutti gli effetti il personaggio più importante dell’intera saga, quello capace di scriverne il destino grazie alla sua consapevolezza e ai suoi viaggi. Può essere che tutto questo alla fine si riveli solo il semplice frutto si supposizioni e fantasia, ma quanto sarebbe bello se la situazione in Game of Thrones fosse davvero questa?

Fonte: Time.com - Crediti: Entertainment Weekly, HBO, Archivio web, Archivi web, web