Game of Thrones 5: “Hardhome”, il video su come si realizza una battaglia

I segreti sulla realizzazione della battaglia di "Hardhome"
Ecrit par

Il team VFX per gli effetti speciali ha rilasciato un’intervista e un video in cui spiegano com’è stata realizzata l’epica battaglia di “Hardhome” in Game of Thrones.

La battaglia di “Hardhome” (leggi il confronto con quello de Lo Hobbit) è considerata da molti fan di Game of Thrones come l’episodio più spettacolare dell’intera quinta stagione. Una sequenza da cardiopalma in cui abbiamo assistito alla prima vera prova di forza degli Estranei e al duello vinto da Jon Snow con uno di essi grazie alla sua spada in acciaio di Valyria Lungo Artiglio (leggi lo speciale su melty). L’altra grande novità di “Hardhome” è stata l’arrivo del Re della Notte, una figura leggendaria nella storia dei Sette Regni. I bruti sono stati sopraffatti e alla fine il Lord Comandante dei Guardiani della Notte è riuscito miracolosamente a mettersi in salvo. Ma la domanda che i fan si sono chiesti sin dalla fine della 5x08 non era sul futuro degli Estranei nella story line: “Ma come sono riusciti a realizzare una sequenza del genere? ”. La risposta è stata finalmente data dal team della VFX, una nota azienda di produzione di effetti speciali, che ha parlato della propria attività e diffuso il video con i segreti di “Hardhome”.

Game of Thrones 5: “Hardhome”, il video su come si realizza una battaglia

“Siamo un gruppo di professionisti con una vasta esperienza nel settore audiovisivo e abbiamo affrontato la postproduzione di oltre 40 film e un gran numero di spot pubblicitari. Abbiamo vinto numerosi premi nazionali e internazionali, tra i quali un Visual Effects Society (VES) Award, 7 premi Goya e 9 Goya Awards Nominations della Spanish Film Academy", sono le parole che si possono leggere sul sito della VFX. Il regista di “Hardhome” Miguel Sapochnik dirigerà gli ultimi due episodi di Game of Thrones 6, che sia in arrivo un’altra epica battaglia?

Segui Game of Thrones - Il Trono di Spade Italia!

Crediti: VFX, Web