Gabriele Paolini: Tentato suicidio in video dopo l'annuncio su Facebook

Gabriele Paolini
Ecrit par

Gabriele Paolini tenta il suicidio con un cocktail di medicinali, ma lo annuncia su Facebook e viene soccorso. A gennaio il processo per prostituzione minorile e pedopornografia. Arriva anche il videocommento di Niki Giusino.

Anche stavolta voleva dare spettacolo a modo suo, sentendosi al centro dell'attenzione anche nel momento del gesto estremo. Ma gli è andata male, e ha fatto la figura grottesca di chi, tentando di impiccarsi, si fa cadere in testa il lampadario. Gabriele Paolini, tanto famoso quanto controverso disturbatore televisivo, ha tentato il suicidio la scorsa notte nell’abitazione in cui vive a Roma, ad un anno dagli arresti domiciliari con l’accusa di induzione e sfruttamento della prostituzione minorile e pedopornografia, ma è stato soccorso dal 118 e non è in pericolo di vita. In modo (forse non casualmente) provvidenziale, poco prima aveva annunciato le proprie intenzioni “urbi et orbi” via Facebook, citando tra i motivi questioni sentimentali, e si era filmato mentre assumeva la dose massiccia di farmaci. Agli agenti intervenuti di essere stato accusato ingiustamente per reati che non avrebbe commesso (per l’accusa Paolini li avrebbe adescati in chat, plagiati e poi convinti ad avere rapporti sessuali a pagamento), e per i quali è atteso dall'udienza il 7 gennaio.

Questo il lungo post pubblicato sul social network da Paolini, ultimamente difeso anche dall'allievo e imitatore Niki Giusino: “29 novembre 2014: un anno di arresti domiciliari. Si, ho proprio deciso. Un’intera scatola di «Depakin» ed un’intera confezione di «Stilnox» mi accompagneranno, dolcemente, questa notte, nell’ultimo mio viaggio. Durante l’estate del 2013 il mio amico Davide mi ha presentato Daniel, un ragazzo straordinario, unico, speciale. Grazie a Daniel, a 39 anni, ho scoperto l’amore. Non ho mai nascosto a nessuno il mio essere “patologicamente narciso”: ebbene Daniel mi ha insegnato a poter amare una persona, piu’ di me stesso. Ogni istante passato insieme a Daniel è stato il momento più bello della mia vita. Quando stavo con Daniel guardavo le cose in modo diverso; vedevo in ogni istante l’arcobaleno nel cielo. Grazie a Daniel ho accarezzato le nuvole, parlato con le stelle. Sarà veramente fortunata la persona che, nel corso della sua vita, incontrerà Daniel. Daniel dai suoi “sei distinti sorrisi”, Daniel splendente come un raggio di sole, Daniel con la sua delicata e speciale intelligenza, Daniel dalla straordinaria sensibilità. Ho amato Daniel, solo amato, niente di più!”.

Crediti: Archivio web, web