Gabriele Paolini: Sesso con minori, processo a gennaio

Gabriele Paolini
Ecrit par

Gabriele Paolini è stato rinviato a giudizio per sfruttamento della prostituzione minorile. Il celebre disturbatore televisivo è agli arresti domiciliari da circa un anno: la prima udienza del processo il 7 gennaio.

Gabriele Paolini affronterà la prima udienza del processo per sfruttamento della prostituzione minorile il prossimo 7 gennaio. Questa è stata la decisione del Giudice per le Udienze Preliminari Donatella Pavone, che venerdì 24 ottobre ha disposto il rinvio a giudizio del celebre disturbatore televisivo: Paolini dovrà dunque comparire nuovamente davanti alla Quinta Sezione penale del Tribunale di Roma. Da circa un anno Gabriele Paolini si trova agli arresti domiciliari con l'accusa di induzione alla prostituzione minorile, produzione di materiale pedopornografico e abusi ai danni di cinque ragazzi, a seguito dello scoppio di una vicenda che risale ormai al novembre 2013. I minorenni coinvolti sarebbero stati pagati da Paolini per intrattenere con l'ex mentore del giovane presenzialista tv Niki Giusino rapporti sessuali, anche se la difesa ha sempre respinto le accuse.

Lo stesso Gabriele Paolini, a margine dell'udienza preliminare, ha precisato così la sua posizione: "Mi sono state contestate accuse che non stanno né in cielo né in terra. Non ho mai spinto un minore alla prostituzione. Quello che mi spinge a lottare è l'amore che provo per Daniel", uno dei ragazzi tirati in ballo. “Sono questo libro e l'amore per Daniel che mi spingono ad andare avanti”, aveva spiegato Paolini in un recente video (realizzato dal suo adepto Giusino) in merito al rapporto con il minorenne e all'autobiografia che il teledisturbatore starebbe scrivendo in questo momento. Gabriele Paolini evocava persino una lettera scritta dallo stesso Daniel, da presentare come prova al processo per certificare la loro relazione.

Crediti: web , Archivio web