Gabriele Paolini: "Io innamorato, mai mercimonio"

Gabriele Paolini il disturbatore
Ecrit par

Gabriele Paolini è stato interrogato dal gip di Roma Tudisco in merito alle accuse di sfruttamento e induzione alla prostituzione minorile. "Mai mercimonio, solo affetto" ha detto Paolini. Attesa la risposta sugli arresti domiciliari.

"Sapevo che era minorenne, il rapporto era consenziente. Mai mercimonio, solo un profondo affetto". Così Gabriele Paolini si è giustificato quest'oggi nell'interrogatorio di garanzia davanti al gip di Roma Alessandrina Tudisco. Il disturbatore è in isolamento nel carcere di Regina Coeli e stamattina ha provato a chiarire la sua posizione: al momento Paolini è indagato per sfruttamento e induzione prostituzione minorile, nonché pedopornografia. "Non ho mai preso parte a orge con minori - ha detto Paolini durante l'interrogatorio -, i video erano solo per uso personale. Per spirito narcisistico ho sempre amato documentare la mia vita per poi vedere e condividere le immagini con i miei amici".

Paolini ha poi confermato il ragazzo di 17 anni è il suo fidanzato, dicendo che la relazione è nata "perché entrambi ci siamo confessati i drammi della nostra vita". Il disturbatore non si è sottratto alle domande sugli altri due minori: "Ci furono solo rapporti affettuosi di amicizia, poi finiti dopo che mi sono innamorato di lui". I rapporti avvenivano in una cantina di Paolini, nello scantinato del palazzo da lui usato per tali scopi. Ieri è emerso anche il tariffario che l'indagato adottava: 40 euro a incontro, che potevano salire in caso di di richieste da parte dei ragazzini oppure essere sostituiti da jeans alla moda, ricariche e piumini.

Come ulteriore prova in mano agli inquirenti Paolini filmava anche le richieste e il passaggio di danaro davanti alle telecamere. A conclusione dell'interrogatorio, l'avvocato Kornmuller ha chiesto al gip di revocare la misura cautelare in carcere e di concedere a Paolini gli arresti domiciliari, anche alla luce del fatto che la famiglia si è detta disponibile ad ospitarlo in casa. Il pubblico ministero ha espresso parere negativo, mentre il giudice per le indagini preliminari Tudisco si è riservato di decidere.

Crediti: web , Archivi web, Youtube, fanpage.it