Gabriel Garko: Le sue prime parole dopo l'incidente a Sanremo

Gabriel Garko sarà a Sanremo?
Ecrit par

Gabriel Garko, vittima di una terribile esplosione a Sanremo, risponde alle prime domande. Sulla proprietaria di casa, sull’incidente e sul Festival.

Gabriel Garko è ancora scioccato ma, dimesso dall’ospedale con un bernoccolo e qualche ferita sulle braccia, ha già risposto alle prime domande dei Carabinieri (e dei giornalisti), che lo hanno interrogato come “persona informata dei fatti” per fare luce sulla dinamica dell’incidente. La terribile esplosione che la mattina del 1 febbraio ha distrutto la villetta in Via Privata delle Rose, dove Garko era ospite, pare sia stata causata da un fornello lasciato acceso. Ancora provato, Gabriel Garko rilascia le prime dichiarazioni: “Sono vivo per miracolo. Accenderò un cero a San Romolo” come riporta Repubblica. Poi l’attore prova a spiegare le sue prime sensazioni riguardo all’incidente che “è stato come una bomba”. Anche la sua collaboratrice, rimasta leggermente ferita, è stata presa alla sprovvista dallo scoppio, ma è stata proprio lei a chiamare i soccorsi. Ora, con la villetta distrutta (o quasi) a Garko rimane solo un rimpianto.

>>>Qui le foto di Gabriel Garko dopo l'esplosione shock

Gabriel Garko: Le sue prime parole dopo l'incidente a Sanremo

“Ho provato a salire al piano di sopra, salvare la signora. Ma le fiamme, tutto quel fumo… era impossibile avvicinarsi”. Dilaniato tra sgomento, senso di colpa e dispiacere, Gabriel Garko al momento non ce la fa a pensare alla kermesse di Sanremo, che lo vedrebbe (in teoria) protagonista insieme a Carlo Conti, Virginia Raffaele e Madalina Ghenea. “La conduzione del Festival di Sanremo? Non lo so, non riesco a concentrarmi; ma vi sembrano cose da chiedermi, con quella povera donna che è morta?”. A Sanremo è il primo giorno di prove; grande assente proprio Gabriel Garko, che al momento deve riprendersi dal grande spavento. La sua agenzia, la Numerochiuso Agency, non ha ancora dato una conferma né una smentita riguardo la sua partecipazione. Anche perché, a nostro parere, al momento parlare del Festival – con una persona morta su tutti i giornali – sarebbe quantomeno inopportuno se non lesivo dell’immagine dell’attore.

Crediti: Ares film, Tv Zap