Francesco Totti: I gol più belli in 20 anni alla Roma

Ecrit par

Esattamente vent’anni fa Francesco Totti esordiva con la maglia della Roma. Una parabola che lo rende una delle ultime bandiere del calcio europeo. Guarda i tre gol più belli della carriera del Capitano selezionati da melty.it

(di Niccolò Inches) “La Vingtaine flamboyante”, titola il sito de “L’Equipe” omaggiando la carriera del numero 10 della Roma. Fiammante fin dall’esordio del 28 marzo 1993, quando “Er Pupone” fece il suo primo ingresso in campo, a Brescia, prendendo il posto di un altro indimenticato del calcio romano come Ruggero Rizzitelli. Quattro lustri più avanti, vari cicli calcistici e mentori del calibro di Boskov, Mazzone, Zeman e Capello, il Capitano di 37 primavere non sembra aver voglia di dire basta. Totti ha vinto uno Scudetto e un Campionato del Mondo, ma è soprattutto diventato uno dei simboli della romanità 2.0.I suoi gol più belli? La redazione di melty.it ne ha selezionati tre: il sinistro al volo contro la Sampdoria nel novembre 2006, in una partita vinta a Marassi per 4-2; il pallonetto decisivo contro l’Inter nel 2005 (3-2 il risultato finale); il rigore più bello della storia del calcio, realizzato durante i penalty contro l’Olanda nella semifinale degli Europei 2010. Sono uno più bello dell'altro, anche se forse il rigore è il più importante. Quale classifica ci suggerite?

Il rigore contro l'Olanda
Il cucchiaio in corsa contro l'Inter nel 2005

“Prima del ritiro, punto ad un altro scudetto, e perché no, ad un altro Mondiale”, ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport. Si vocifera infatti di un suo ritorno in Nazionale, che non veste dal trionfo mondiale del 2006 in Germania. L’Italia dei giovani di Prandelli si sta ben amalgamando, ma (se sta bene) Totti è titolare inamovibile dell’undici della Roma in campionato, risultando spesso e volentieri decisivo. “Prandelli sta facendo ottime cose”, chiosa la bandiera della Capitale, ma da più parti si invoca un suo nuovo apporto alla causa azzurra a sostegno delle nuove leve Balotelli ed El Shaarawy. In un calcio ancora acerbo e mercenario, è ancora capace di ritagliarsi un ruolo da protagonista fuori e dentro il campo. Dopo Zoff, Bergomi, Maldini e Del Piero, Totti è uno dei pochi esempi di longevità calcistica e di fedeltà ad una maglia ed una città.

Crediti: Archivio web