Forte Forte Forte: Regolamento e prove del talent di Raffaella Carrà

Raffaella Carrà | Forte Forte Forte | Regolamento
Ecrit par

Forte Forte Forte andrà in onda dal 16 gennaio. In cosa consiste il nuovo talent show di Rai Uno di (e con) Raffaella Carrà? Scopri il regolamento.

Partirà il prossimo 16 gennaio il nuovo talent show di Rai Uno dal titolo Forte Forte Forte. Il programma di (e con) Raffaella Carrà che punta ad eleggere il nuovo talento televisivo in grado di destreggiarsi egregiamente fra canto, danza e abilità nel presentare. Il programma si estenderà in dieci puntate: tre dedicate ai casting, cinque dedicate alle eliminazioni in gara, due semifinali ed una finale. Le ultime tre puntate saranno le uniche trasmesse in diretta tv. Nelle puntate dedicate ai casting, 100 aspiranti concorrenti si esibiranno davanti ai quattro giudici: Asia Argento, il ballerino Joaquin Cortes, il designer Philipp Plein e la presidentessa di giuria Raffaella Carrà. Con tre "sì" il provinato entrerà a far parte dei 14 selezionati; in caso contrario potrà contare solo sul salvataggio in extremis del "FORTISSIMO": un pulsante in dotazione alla sola Carrà che permetterà all'aspirante concorrente di entrare in gioco anche se il numero di "sì" non è sufficiente.

Forte Forte Forte: Regolamento e prove del talent di Raffaella Carrà

I 14 selezionati entreranno a far parte di una sorta di accademia di arti sceniche dove verranno istruiti a sufficienza per poter mettere in scena la loro performance sul palco di Forte Forte Forte. Le esibizioni potranno essere singole, di coppia o collettive. In ogni puntata, i due concorrenti eletti come i peggiori della settimana verranno eliminati. Questo sistema di eliminazione verrà portato avanti fino alle semifinali (dove resteranno in quattro e le eliminazioni saranno singole). La finale vedrà contrapporsi solo due concorrenti e la prova decisiva sarà quella di costruire un loro personalissimo one man/woman show all'interno dello stesso programma che li ospita. Chi sarà il più Forte Forte Forte?

Crediti: web , rai.tv