Fiorentina-Juventus: Perché si odiano

Marchisio contro Cuadrado
Ecrit par

Fiorentina-Juventus, match di cartello della 14^ giornata di Serie A, richiama ad una lunga rivalità tra presidenti, giocatori contesi e tifosi in guerra. Ecco perché quella del 5 dicembre al Franchi non sarà una partita normale.

Fiorentina-Juventus (scopri le formazioni e dove guardare la diretta tv) è il big match della 14^ giornata di Serie A e andrà in scena il 5 dicembre alle 20.45 allo stadio Artemio Franchi. Si tratta un derby "anomalo" tra due squadre - e soprattutto, due tifoserie - lontane geograficamente, ma abituate a guardarsi in cagnesco da decenni per vari motivi: un rapporto iniziato male fin da subito con l'11-0 inflitto dalla Juventus nel primo confronto del 1928, continuato peggio con i testa a testa di scudetti e coppe Italia degli anni '60 e incrinatosi definitivamente nel 1990, dopo il presunto furto bianconero nella finale di Coppa Uefa e le successive vicende relative al trasferimento di Roberto Baggio a Torino. Gli insulti di Della Valle con Elkann del 2012 hanno contribuito a gettare benzina sul fuoco di un confronto che continua a fomentare la Curva Fiesole e a insidiare i "gobbi" juventini.

Almeno gli allenatori però, vogliono smorzare i toni: le dichiarazioni restano sul "politically correct", tra il "c'è sempre una grande tensione, pensiamo a venire via con un risultato positivo" pronunciato da Allegri e il "Non cerchiamo rivincite, solo gioia" di Vincenzo Montella. Nella partita del 5 dicembre, la rivalità storica di ieri e proiettata su 4 grandi talenti di oggi. Da una parte Paul Pogba - una divinità in Francia e un idolo della tifoseria bianconera - dall'altra Juan Cuadrado, colombiano, che sta facendo una nuova ottima stagione con i colori viola. L'altro confronto è tra Andrea Pirlo - che già punì la Fiorentina su punizione nell'ultima Europa League - e il tedesco Mario Gomez, che mai come in questa domenica è chiamato ad un nuovo centro dopo la rinascita contro il Cagliari. Non si sà chi vincerà e soprattutto non si sa quale chicca riserveranno i tifosi toscani dopo le parrucche alla Antonio Conte del 2012: speriamo solo che nessuno si faccia male.

Crediti: web