Fiorentina-Dinamo Kiev e Napoli-Wolfsburg: diretta tv-streaming Europa League

Mati Fernandez in azione
Ecrit par

La diretta tv di Dinamo Kiev-Fiorentina di Europa League è visibile su Rete 4. Napoli-Wolfsburg è visibile solo su Premium Calcio per gli abbonati. Entrambe le gare sono trasmesse alle ore 20,45. Le formazioni e la vigilia della sfida.

L'Europa League torna dopo una settimana con il ritorno dei quarti di finale. Due le italiane impegnate: Fiorentina e Napoli, che giocano rispettivamente con Dinamo Kiev e Wolfsburg. La partita del Franchi di Firenze è trasmessa alle ore 21,05 in diretta su Rete 4 e in streaming tramite il sito Sportmediaset o l'app Sportmediaset. L'altra gara del San Paolo è invece trasmessa allo stesso orario da Mediaset sul canale Premium Calcio e Premium Calcio Hd, oltre che in streaming su Premium Play. Le altre sfide d' Europa League sono Zenit San Pietroburgo-Siviglia (andata 1-2) e Dnipro-Club Brugge (andata 0-0). Ricordiamo che per la prima volta quest'anno chi vince l'Europa League si qualifica per la fase a gironi della Champions League. Un traguardo importante, oltre che un trofeo da esporre in bacheca. Ma andiamo alle sfide delle italiane. FIORENTINA-DINAMO KIEV. I viola sono in un momento delicato della stagione. Nelle ultime gare di campionato hanno subito una flessione, forse dovuta a un calo fisico di alcuni suoi giocatori. All'andata con gli ucraini c'è voluto un gol di Babacar all'ultimo minuto di gioco per incamerare un 1-1 prezioso ai fini della qualificazione. Con la regola del gol fuori casa i viola passano anche con lo 0-0 mentre con due gol a squadra si qualificherebbero gli ucraini. Con la vittoria Pizarro e compagni approdano in semifinale.

L'eroe del stadio Lobanovsky però è assente. Nella sfida di lunedì sera con il Verona (qui la cronaca di Fiorentina-Verona 0-1) Babacar ha riportato una lesione al legamento collaterale del ginocchio destro. La sua stagione può dirsi finita a meno di clamorosi rientri. Nella conferenza stampa della vigilia Vincenzo Montella è tornato sulla sfida con gli scaligeri: "Ho rivisto tutta la gara e posso dire che abbiamo fatto una partita straordinaria col Verona, subendo gol in contropiede. Non accetto che questa squadra venga fischiata, perché è un gruppo che ha dato moltissimo a città e tifosi. Quando sento che vengono toccati i miei giocatori provo grande fastidio. Però mi auguro che domani sera il pubblico sia vicino a noi, come ha sempre fatto del resto. Avremo bisogno del loro calore, specie nei momenti di difficoltà". Con il Verona Montella ha giocato con molte seconde linee per preservare i migliori. David Pizarro e Joaquin non scesi in campo ma dovrebbero essere regolarmente schierati. Qualche preoccupazione per lo stato fisico dello spagnolo, che nella rifinitura ha accusato un fastidio muscolare: "Pizarro sta bene, devo soltanto valutare se farlo partire dall'inizio o a gara in corsa, pensando anche ad eventuali supplementari. Anche Joaquin sta bene, nessun problema per lui", ha rassicurato Montella. Il tecnico dovrebbe schierare Neto; Richards, Gonzalo Rodríguez, Basanta, Pasqual; Matías Fernández, Pizarro, Borja Valero; Iličić, Gomez e Salah.

NAPOLI-WOLFSBURG. Il Napoli si appresta a giocare il ritorno dei quarti con un pericolo importante: il dato per scontato. Il 4-1 in Germania (rivedi gli highlights di Wolfsburg-Napoli 1-4) è sicuramente un bottino importante ma i partenopei sono consci che il potenziale d'attacco dei lupi verdi è quasi da top club. Inoltre le voci sul possibile rinnovo o addio di Rafa Benitez non devono allontanare la squadra dall'obiettivo qualificazione. E' lo stesso allenatore spagnolo a parlarne alla vigilia nella consueta conferenza stampa: "Il presidente De Laurentiis mi ha inviato degli sms dopo il successo di Wolfsburg e dopo il 3-0 di Cagliari. Dobbiamo incontrarci per analizzare il business plan e capire se possiamo lottare per qualcosa d'importante". Insomma il futuro di Rafa è tutto scrivere. Il futuro della squadra invece passa dalla sfida di questa sera al San Paolo. Benitez avverte che la qualificazione non è ancora in tasca: "Ho molto rispetto del Wolfsburg e non dobbiamo pensare che la qualificazione sia archiviata dopo il 4-1 dell'andata. Voglio una grande prestazione. Deciderò domani chi giocherà, farò qualche cambio rispetto al Cagliari".

Benitez dovrebbe far risposare tutto il trio d'attacco Marek Hamsik, josé Maria Calleojn e Gonzalo Higuain. Ecco la probabile formazione: Andújar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; López, Inler; De Guzman, Gabbiadini, Mertens; Duvan Zapata. Il tecnico del Wolfsburg Dieter Hecking non vuole sentire la parola fine e promette battaglia fino all'ultimo secondo: "Non ci siamo arresi, il calcio a volte ti regala la possibilità di fare un miracolo. Domani dobbiamo evitare ogni minimo errore, tutte le grandi squadre possono avere un momento di difficoltà. Non dobbiamo arrenderci e capire che ci sono ancora speranze per passare il turno". La squadra di Hecking sta vivendo un momento d'appannamento in Bundesliga. Nello scorso week-end è stata fermata sul pari dallo Schalke 04 in casa e il tecnico tedesco sa bene che con il Napoli non può contare su Schürrle e De Bruyne, due giocatori d'attacco che fanno la differenza. Il 27enne Caligiuri (di origini italiane) e il croato Perisic dovrebbero prendere il loro posto. Ecco la probabile formazione del Wolfsburg: Benaglio; Träsch, Knoche, Naldo, Rodriguez; Guilavogui, Luiz Gustavo; Caliguri, Arnold, Perišić; Dost. Arbitra la sfida il fischietto turco Cuneyt Cakir.

Crediti: web