Fine del mondo secondo i Maya, in Russia si vendono kit di sopravvivenza

Una stele Maya
Ecrit par

Con l'avvicinarsi del 21 dicembre, lo spettro della fine del mondo si avvicina. A Tomsk, nella Siberia occidentale, un'imprenditrice russa vende kit di sopravvivenza per la fine del mondo a 30 dollari, leggi la notizia su melty.it!

Vista l'attuale situazione politica, economica ed ecologica, si potrebbe parlare a ragione di scenari apocalittici, tuttavia melty.it oggi vi presenterà un fenomeno molto preciso: la fine del mondo secondo i Maya. Da oltre un anno gli allarmisti di tutto il globo stanno tempestando il web con previsioni catastrofiche sull'ormai prossimo 21 dicembre, raccogliendo le reazioni più differenti. C'è chi non perderà occasione per organizzare party "da fine del mondo", chi lo vivrà come un banale venerdì e chi si sta prudentemente preparando all'evento facendo riserva di provviste. A questo punto, una domanda sorge spontanea: come può l'uomo del ventunesimo secolo prepararsi a sopravvivere a un catastrofico allineamento dei pianeti? La risposta si trova in Siberia, nella città di Tomsk, dove Yurianna Shichogorewa e la sua società di wedding planning, prontamente riconvertitasi in vista dell'evento, stanno vendendo alla popolazione dei kit di sopravvivenza per 30 dollari.

Fine del mondo secondo i Maya, in Russia si vendono kit di sopravvivenza - photo
Fine del mondo secondo i Maya, in Russia si vendono kit di sopravvivenza - photo
Fine del mondo secondo i Maya, in Russia si vendono kit di sopravvivenza - photo

Il pacchetto contiene alcuni oggetti essenziali, a detta della Shichogorewa, per scampare al tremendo cataclisma che potrebbe spazzare via la civiltà terrestre tra un paio di settimane. Il kit è composto da una carta d'identità – si tratta evidentemente di kit personalizzati - erbe occidentali per il relax, bende, vasodilatatori per attacchi di cuore, ingredienti per preparare un porridge di grano saraceno, pesce in scatola, vodka - per rinfrancar lo spirito - un notebook, una matita, candele, fiammiferi, un po' di spago e infine un pezzo di sapone, perché essere l'ultimo sopravvissuto non giustifica la negligenza dell'igiene. Il kit sta avendo un discreto successo perché la presidentessa della società ha saputo proporlo al momento giusto. Commentando la curiosa notizia alla stampa, Yurianna Shichogorewa ha affermato: "Ovviamente bisogna avere senso dell'umorismo per apprezzare il nostro 'Kit per la Fine del Mondo'", e poi ha aggiunto "Abbiamo anche preparato un kit speciale per i regali di Natale che dovrebbe arrivare sugli scaffali a breve". E voi come vi state preparando?